Home . Sport . Balotelli e il ritorno in Italia: "Milan? Mai dire mai..."

Balotelli e il ritorno in Italia: "Milan? Mai dire mai..."

SPORT
Balotelli e il ritorno in Italia: Milan? Mai dire mai...

(Afp)

"Sono qui in Francia per vincere il campionato. Tornare al Milan? Mai dire mai". Mario Balotelli è pronto a rientrare in pista. L'attaccante del Nizza è di nuovo a disposizione dopo aver smaltito il problema muscolare al polpaccio che l'ha costretto a saltare le ultime 4 gare ufficiali. I riflettori sono puntati sulla supersfida in programma domenica al Parco dei Principi contro il Paris Saint Germain. "Dipende dal tecnico", dice SuperMario.

Il Nizza, capolista in Ligue 1, punta sul rientro dell'attaccante per continuare a sognare. Balotelli ha realizzato 6 gol prima di fermarsi per infortunio. "Segnavo perché giocavo. Lo scorso anno non ho giocato molto, quindi non ho potuto segnare", l'analisi del giocatore in una chiacchierata con i media cinesi. "Ho avuto problemi fisici, sono stato a lungo fuori. Ma quando sono sono stato bene -ricorda- ho giocato e segnato". In Francia, Balotelli è rinato anche grazie al rapporto con il tecnico Lucien Favre. "Ha un ottimo carattere, sa come trattare i giovani: mi piace molto. Devo dire che Roberto Mancini per me continua ad essere speciale, forse perché è stato il primo allenatore che ho incontrato. Ma credo che Favre possa essere uno dei migliori: lavora molto sulla tattica, migliorando i miei movimenti. Penso di poter diventare un giocatore migliore in fase realizzativa, spero di segnare davvero tanto con lui".

Capitolo futuro: "Punto a vincere il campionato qui, poi alla fine della stagione vedremo". Il ritorno in Italia è difficile ma non impossibile. "Sono sempre stato un tifoso del Milan, anche quando giocavo nell'Inter. Mai dire mai, ma" tornare all'Inter "è molto difficile. Se dovessi tornare in Italia, penserei al Milan. In Inghilterra, invece, di sicuro non al Liverpool: lì mi sono trovato davvero male. La squadra era buona e i tifosi fantastici, ma non tornerei mai. Quando penso all'Inghilterra, mi viene in mente il Manchester City e poi l'Arsenal. Mi piace, ma non significa che andrò a giocare lì".

Quando si tratta di indicare i migliori del mondo, pochi dubbi. "Non c'è nessuno come Ronaldo e Messi in questo momento, impossibile. Se però avessi un'ottima stagione, senza infortuni, non sarebbe impossibile vincere il Pallone d'Oro. Se anche ci riuscissi, però, continuerei a pensare che Ronaldo e Messi sono i migliori del mondo, visto che loro l'hanno vinto 4 o 5 volte...".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.