Home . Sport . Diritti tv, Serie A rescinde contratto Mediapro

Diritti tv, Serie A rescinde contratto Mediapro

SPORT
Diritti tv, Serie A rescinde contratto Mediapro

AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO

La Lega di Serie A riunita a Milano ha votato all'unanimità, 17 voti, la diffida ad adempiere con la risoluzione del contratto di Mediapro. Gli spagnoli avranno ora sette giorni di tempo per presentare la fidejussione bancaria richiesta dai club per i quali non sono state sufficienti le garanzie presentate.

E, a quanto apprende l'AdnKronos, il direttore generale della Roma, Mauro Baldissoni, ha chiesto "di verbalizzare che ci riserviamo di chiedere i danni non solo a Mediapro ma anche a coloro che, dopo 3 richieste di adempiere, essendo Mediapro ancora inadempiente, ci impediscono qui in Lega di disporre dei nostri diritti".

Intanto Banco di Santander scende in campo al fianco di Mediapro nella difficile partita per i diritti tv della Serie A, in una sorta di operazione di sistema spagnola. Mediapro, in una lettera inviata - tramite Pec - alla Lega di Serie A nel giorno dell'Assemblea, nel tentativo di fugare i dubbi dei club, spiega che "in data 24 maggio il consiglio di amministrazione di Imagina ha deliberato che al somma di 186 milioni, come da voi richiesto, sia emessa a favore della LNPA a garanzia dell'esatto adempimento di Mediapro rispetto agli obblighi di cui all'invito LNPA. Tale somma - spiegano gli spagnoli - sarà depositata in un escrow account presso il banco Santander e tale deposito sarà regolato da un escow agreement in base al quale Imagina sarà il depositante, la LNPA il beneficiario e la Banco Santander S.A. sarà il depositario".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.