Home . Sport . Ronaldo: "Sognavo la Juve fin da bambino"

Ronaldo: "Sognavo la Juve fin da bambino"

SPORT
Ronaldo: Sognavo la Juve fin da bambino

(Foto Fotogramma/Ipa)

"La mia priorità è quella di dare il massimo, dimostrare professionalità, cercare di migliorare ulteriormente la squadra e vincere trofei, questo è quello che mi sono prefissato". Questi gli obiettivi di Cristiano Ronaldo spiegando poi i motivi che lo hanno spinto ad accettare la proposta di trasferirsi alla Juventus: "E' un grandissimo club, innanzitutto. Sin da quando ero bambino conoscevo questa squadra. Mi piaceva e speravo che un giorno avrei potuto giocarci". "Negli ultimi anni con il Real abbiamo incontrato la Juve in un paio di occasioni, e ho sempre avuto la sensazione che ai tifosi italiani piacesse Cristiano. La Juventus è il club più importante d'Italia, uno dei migliori al mondo. E' stata una scelta facile, la Juve è una società incredibile", ha sottolineato il calciatore portoghese che inizierà nella sua avventura con la maglia della Juventus sabato prossimo contro il Chievo nella prima giornata di Serie A.

Il 5 volte pallone d'oro torna sulla standing ovation tributatagli dall'Allianz Stadium lo scorso aprile dopo il suo spettacolare gol in rovesciata nell'andata dei quarti di finale di Champions League. "E' stato incredibile, non mi era mai successa una cosa del genere. Quando giochi i quarti di finale di Champions League contro la Juve, segni e vedi che tutto lo stadio ti applaude... è incredibile! E' stata una sensazione bellissima. All'inizio ero sorpreso. Come ho detto, seguivo la Juve, mi è sempre piaciuta come club, ma da quel momento, se possibile, mi è piaciuta ancora di più. E' stato bellissimo. Non dico che sia stato l'elemento scatenante per farmi venire, ma ha contribuito il fatto di vedere che le persone mi apprezzavano".

Nessuna preoccupazione per l'impatto con la Serie A: "Conosco la Serie A perché l'ho seguita in televisione, ma non ci ho mai giocato prima. Spero di riuscire ad adattarmi in fretta. Ma non sono preoccupato, la prendo come una sfida. Amo le sfide, sono venuto nel club più importante d'Italia. Sono felice e sono impaziente di iniziare la stagione". "Darò il massimo e sono certo che vinceremo titoli insieme. Grazie mille. Fino alla fine, forza Juventus!", ha poi aggiunto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.