cerca CERCA
Lunedì 15 Luglio 2024
Aggiornato: 03:01
10 ultim'ora BREAKING NEWS

"Covid sconfitto" per Bassetti. "Non è sparito" per Ricciardi

Esperti a confronto dopo i dati degli ultimi monitoraggi

Matteo Bassetti e Walter Ricciardi
Matteo Bassetti e Walter Ricciardi
26 gennaio 2024 | 23.09
LETTURA: 2 minuti

Il covid è ai titoli di coda. Anzi, no. Da una parte Matteo Bassetti, dall'altra Walter Ricciardi. Posizioni e opinioni diversi sulla minaccia rappresentata dal virus e dalla malattia che 4 anni fa hanno sconvolto il pianeta. I dati degli ultimi monitoraggi evidenziano una discesa di contagi e ricoveri.

"Il Covid è ampiamente ai titoli di coda e il paradosso è che l'influenza lo ha messo ai margini ed è stato battuto 3 a 0. Fondamentalmente ormai l'influenza ha spazzato via il Covid, che rimane ancora un problema unicamente per i grandi immunodepressi e per gli anziani che sono quelli che tra l'altro si sono anche vaccinati molto poco. Dopo 4 anni possiamo dire che il Covid è stato sconfitto, ha vinto la scienza e hanno vinto i vaccini, i farmaci antivirali. Ha perso l'antiscienza e il complottismo", dice Bassetti, direttore Malattie infettive dell'ospedale policlinico San Martino di Genova, all'Adnkronos Salute.

"Ecco, io non vorrei più leggere i titoloni sul Covid che comunque rimarrà con noi ancora - precisa Bassetti - come uno dei virus responsabili di infezioni respiratorie tutto l'anno. Recentemente al Sars-CoV-2 è stata data troppa importanza: sottoporre i pazienti che entrano in ospedale al tampone per il Covid, in assenza di sintomi, è un errore che non deve essere continuato". "Quindi - conclude l'infettivologo - certamente è stata lunga, è stata dura, però direi che a 4 anni dai primi casi possiamo dire di avere vinto".

Il Covid "lo abbiamo 'derubricato', non è sparito", spiega all'Adnkronos Salute Walter Ricciardi, docente di Igiene all'Università Cattolica di Roma I dati, "quelli reali - ovvero gli esiti dell'infezione nei pronto soccorso, negli ospedali e i morti, unici riferimenti certi - sono in calo. Abbiamo quindi sicuramente oltrepassato il picco dell'epidemia", spiega all'Adnkronos Salute, sottolineando che, però, "il virus, che ci ha abituato alle sorprese, lo rivedremo quando deciderà lui, perché forse noi cerchiamo di archiviarlo, ma i virus respiratori, compreso il Covid, sono ben decisi a non abbandonare il campo".

Sars -Cov-2 è pronto "a trarre vantaggio dai nostri errori, nel senso che è deciso a farci pagare una campagna vaccinale assolutamente non adeguata, a farci pagare il fatto che non abbiamo imparato dalla pandemia la lezione sulla sanità - chiosa - e quindi non stiamo, sostanzialmente, neanche mettendo le stesse risorse nel settore dell'epoca prepandemica".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza