cerca CERCA
Giovedì 06 Maggio 2021
Aggiornato: 00:47
Temi caldi

AstraZeneca, Draghi: "Piano vaccinazione non rallenterà"

18 marzo 2021 | 12.17
LETTURA: 1 minuti

Il premier a Bergamo nella Giornata per le vittime covid: "Ritardi verranno compensati, incisivi con chi non mantiene patti"

alternate text

Il piano di vaccinazione non rallenterà, a prescindere dalla decisione dell'Ema sul vaccino AstraZeneca, sospeso in Italia e in altri paesi. Lo ha assicurato il premier Mario Draghi, a Bergamo per la Giornata per le vittime covid.

Leggi anche

"Il governo - e lo sapete bene - è impegnato a fare il maggior numero di vaccinazioni" anti-covid "nel più breve tempo possibile. Questa è la nostra priorità", ha detto Draghi, intervenendo a Bergamo, al parco Martin Lutero alla Trucca, all'inaugurazione del Bosco della Memoria in ricordo delle oltre centomila vittime italiane del coronavirus.

"La sospensione del vaccino AstraZeneca, attuata lunedì con molti altri Paesi europei, è stata una decisione temporanea e precauzionale. Nella giornata di oggi, l’Agenzia Europea dei Medicinali darà il suo parere definitivo sulla vicenda. Qualunque sia la sua decisione - assicura dunque il presidente del Consiglio - la campagna vaccinale proseguirà con la stessa intensità, con gli stessi obiettivi. L’incremento nelle forniture di alcuni vaccini aiuterà a compensare i ritardi da parte di altre case farmaceutiche. Abbiamo già preso decisioni incisive nei confronti delle aziende che non mantengono i patti".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza