cerca CERCA
Sabato 28 Maggio 2022
Aggiornato: 18:38
Temi caldi

'Aylan sarebbe stato un molestatore', bufera per vignetta di Charlie Hebdo

13 gennaio 2016 | 19.04
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Il corpo del piccolo Aylan recuperato da un agente turco (Afp)

"Cosa sarebbe diventato il piccolo Aylan se fosse cresciuto? Un molestatore". Una vignetta pubblicata da Charlie Hebdo scatena il putiferio sui social network. Il giornale satirico francese si sofferma sulle aggressioni sessuali che hanno caratterizzato la notte di Capodanno soprattutto a Colonia, con il coinvolgimento anche di alcuni rifugiati, e fa riferimento al piccolo Aylan Kurdi, il bimbo siriano annegato all'inizio di settembre nel disperato viaggio verso l'isola greca di Kos.

Su Twitter, in particolare, ai messaggi di chi stigmatizza la vignetta senza appello, fanno da contraltare le considerazioni di chi ritiene che, in realtà, nel mirino del giornale sarebbe finito il razzismo di chi considera tutti i migranti potenzialmente dei molestatori.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza