cerca CERCA
Venerdì 27 Maggio 2022
Aggiornato: 07:27
Temi caldi

Borsa: Hong Kong chiude sotto massimi intraday, Asia-Pacifico miste

05 febbraio 2015 | 11.07
LETTURA: 2 minuti

Le Borse dell'Asia Pacifico oggi hanno chiuso la seduta miste, con qualche piazza che ha archiviato la giornata in verde. Gli investitori hanno accolto con nervosismo le ultime notizie dall'Europa, con la Bce che ha annunciato la sospensione dell'uso dei titoli pubblici greci come collaterali per le iniezioni di liquidità, a partire dall'11 febbraio, citando dubbi sull'impegno del nuovo governo greco a rispettare gli impegni presi dagli esecutivi precedenti. Contribuiscono alle performance non brillanti anche dati di Hsbc e Markit, secondo i quali i Paesi emergenti hanno iniziato male il 2015.

A Hong Kong l'indice guida Hang Seng ha chiuso a 24.765 punti (+0,35%), sotto il massimo di 25.048,26 punti, con scambi per 12,91 mld di dollari Usa di controvalore. A Singapore lo Straits Times ha terminato la seduta a 3.406 (-0,32%), con scambi per 822 mln di dollari Usa di controvalore. In Australia la Borsa di Sydney ha chiuso invece a un nuovo massimo da sette anni, in verde per l'undicesima seduta di fila, con il benchmark S&P Asx 200 in rialzo dello 0,6% a 5.811 punti, trainato dai bancari.

A Seoul, in Corea del Sud, l'indice guida Kospi ha lasciato sul parterre lo 0,51% a 1.952 punti, sulla scia dei nuovi cali dei prezzi del greggio e delle preoccupazioni per gli sviluppi della situazione in Grecia. In Nuova Zelanda la Borsa di Wellington ha chiuso per la quarta seduta consecutiva in rialzo, con il benchmark Nzx 50 a 5.797 punti (+0,21%). Altrove, in India il Sensex guadagna oltre l'1% dopo quattro giorni di cali; poco mosse Taipei e Kuala Lumpur, mentre la Borsa di Jakarta, in Indonesia, perde lo 0,9%.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza