cerca CERCA
Lunedì 29 Novembre 2021
Aggiornato: 09:10
Temi caldi

Buoni pasto, scontro Salvini-Dadone

28 aprile 2020 | 17.14
LETTURA: 1 minuti

Il leader leghista: "Invece di aiutare tolgono anche quelli". La ministra: "Ha depressione da calo di consensi"

alternate text
Fotogramma

"Invece di aiutare i lavoratori, che aspettano da settimane la cassa integrazione promessa, il governo pensa di togliere anche i buoni pasto... Ma hanno capito che siamo in guerra e i lavoratori hanno fame e famiglia o no?". Così il segretario della Lega Matteo Salvini sui dubbi espressi dal ministro Fabiana Dadone oggi in commissione affari costituzionali alla Camera sui buono pasto dati a chi è in smart working.

A stretto giro la dura replica della ministra: "Capisco la noia di stare a casa e la depressione da calo dei consensi - attacca Dadone -, ma cosa c’entrano i dipendenti pubblici con la cassa integrazione? E dov’era Salvini quando il centrodestra al governo massacrava il pubblico impiego? Se vuole aiutare, doni parte del suo stipendio".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza