cerca CERCA
Giovedì 13 Maggio 2021
Aggiornato: 23:51
Temi caldi

Chef Rubio: "Sardine non sono la lotta sociale"

20 febbraio 2020 | 14.25
LETTURA: 2 minuti

Negata allo chef romano, oggi a Torino, l'annunciata la visita a Nicoletta Dosio, 73enne 'pasionaria' No tav in carcere alle Vallette da fine dicembre in esecuzione di una condanna definitiva a dodici mesi

alternate text
(Fotogramma /Ipa)

"Non ho avuto occasione di conoscere il movimento perché non ero in Italia ma la lotta sociale non sono le Sardine". Così Chef Rubio a margine della sua partecipazione al festival del giornalismo alimentare, che si è aperto oggi a Torino, parla del movimento anti-Lega che ha riempito le piazze d'Italia.

Poi l'annuncio della visita nel pomeriggio a Nicoletta Dosio, la 73enne 'pasionaria' No tav in carcere alle Vallette da fine dicembre in esecuzione di una condanna definitiva a dodici mesi. L'incontro, però, è stato negato. A darne notizia sui social, l’ufficio stampa di Chef Rubio che sottolinea: "Si sarebbero dovuti parlare oggi in un ‘colloquio speciale’ richiesto da Nicoletta due mesi fa. Non si conoscono le motivazioni del divieto ufficiale arrivato solo a poche ore dal colloquio".

Dosio, aveva detto lo chef, "sta portando avanti la battaglia, il suo credo per risvegliare l'attenzione su un dramma che sta passando sotto silenzio, sta facendo una grande cosa, so che la porterà a termine e ha fatto bene a farlo", spiegava Rubio, che aggiungeva: "Andrò a trovarla, staremo un paio d'ore insieme. Dopo un abbraccio ascolterò quello che avrà voglia di raccontarmi, o anche in silenzio. Massimo rispetto", dice, sottolineando che " la battaglia come filosofia va sempre portata avanti". Poi il contrattempo.

Tornerà in tv? "Non escludo nulla. Ho sempre preso quello che veniva. E se ci sarà modo di poter rientrare e raccontare quello che voglio io come dico io, ben venga", spiega lo chef. "Sicuramente - ha detto Rubio - la tv mi ha reso famoso però io ho umanizzato la tv, che era abbastanza sterile". Quanto alle sue precedenti esperienze televisive, Rubio ha detto: "Ho lavorato sempre con dei professionisti che si occupano delle telecamere e del montaggio e che sono fantastici. Le produzioni un po' meno ma questo fa parte del sistema e dei giochi...", ha concluso.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza