cerca CERCA
Martedì 19 Ottobre 2021
Aggiornato: 02:33
Temi caldi

Norvegia: banca centrale taglia tassi allo 0,75%, minimo storico

24 settembre 2015 | 16.17
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Piattaforma per l'estrazione del petrolio (Infophoto)

Il crollo del prezzo del petrolio colpisce la Norvegia, grande produttore di greggio. La banca centrale norvegese oggi ha deciso di tagliare il principale tasso di interesse di 0,25 punti percentuali, portandolo al minimo storico dello 0,75%, a causa delle prospettive di crescita che si sono indebolite. La crescita dell'economia norvegese rimarrà probabilmente bassa per un periodo più lungo di quanto stimato in precedenza a causa della caduta dei prezzi del petrolio durante l'estate, ha spiegato la Norges Bank, aggiungendo che la disoccupazione dovrebbe continuare a salire.

"Le attuali prospettive dell'economia norvegese suggeriscono che il principale tasso di interesse potrebbe essere tagliato ulteriormente nell'anno a venire", ha detto Oystein Olsen, citando anche le attese di un'inflazione in calo.

Le dichiarazioni della Norges Bank, spiega Chiara Silvestre, economista di Unicredit Research, "sono più dovish del previsto e arrivano in un momento in cui la corona norvegese continua ad indebolirsi e, secondo noi, questo dovrebbe bastare a spingere l'inflazione verso l'alto nei mesi a venire. La Norges Bank continua a seguire una strategia di tagli preventivi, mirati a proteggere l'economia della Norvegia dal recente calo dei prezzi del petrolio e dai guai dei Paesi emergenti, allineandosi con la politica da colomba sia della svedese Riksbank che della Bce".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza