Il sacrificio di mamma Eleonora

CRONACA
Il sacrificio di mamma Eleonora

Eleonora Girolimini (foto da Facebook)

Quando ha capito cosa stava accadendo, non ha esitato un istante: ha pensato a mettere in salvo sua figlia, che assieme al marito aveva accompagnato al concerto del suo beniamino, Sfera Ebbasta. Eleonora Girolimini è la mamma 39enne morta nella tragedia di Corinaldo. Originaria di Senigallia, Eleonora assieme al marito Paolo avevano voluto accontentare la figlia di 10 anni, portandola al concerto del trapper alla Lanterna Azzurra. "Conoscevo la mamma morta nella discoteca: una brava mamma. E' una tragedia immensa" ha detto all'Adnkronos il parroco della chiesa di S. Pietro Apostolo di Corinaldo, Don Giuseppe Bartera Sebastianelli. Oltre alla figlia di 10 anni, la donna lascia due gemelline e un bambino più piccolo. Al concerto, ha raccontato Don Giuseppe "c'era anche il papà: ed è la piccola a consolare il padre, disperato, da venerdì sera".


Quando è scattato il fuggi fuggi dal locale, i tre, padre, madre e bambina, si sono riversati subito fuori dal locale, assieme alla marea umana. Il papà, nella folla, ha perso di vista la moglie e la figlia. E' stata la piccola ad avergli raccontato quanto accaduto in quei minuti, come riporta il 'Corriere della sera'. "Mamma mi ha protetto fino all'ultimo istante. Quando siamo finiti in mezzo alla folla lei urlava "c'è la piccola c'è la piccola". Cercava di farmi spazio con il suo corpo per non fari schiacciare, poi è caduta più in basso".

Assieme a Eleonora, nella tragedia hanno perso la vita anche 5 ragazzini: Asia Nasoni, promessa della ginnastica artistica ed Emma Fabini - entrambe 14enni, Daniele Pongetti, 16 anni, di Senigallia come Asia, Benedetta Vitali, 15 anni, di Fano e il 15enne Mattia Orlandi, di Frontone.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.