Cerca
Home . Fatti . Esteri .

I Radiohead per il clima

ESTERI
I Radiohead per il clima

I Radiohead per il clima (e contro gli hacker). Il gruppo di Thom Yorke e Jonny Greenwood mette a disposizione, per i prossimi 18 giorni e a 18 sterline (20,21 euro), 18 ore di registrazioni inedite e i proventi che saranno devoluti al movimento Extinction Rebellion che si batte contro la mancata azione dei governi per fare fronte ai cambiamenti climatici. La band risponde in questo modo al ricatto di hacker che avevano chiesto 150mila dollari per non mettere in rete il materiale audio rubato la scorsa settimana a Thom Yorke.


Jonny Greenwood non esita ad ammettere che le registrazioni del 1997, il periodo in cui è stato pubblicato uno degli album di maggiore successo della band, "Ok Computer", sono "solo di interesse marginale". "Siamo stati hackerati la scorsa settimana. Qualcuno ha rubato l'archivio di minidischi di Thom del periodo di Ok Computer e ha chiesto 150mila dollari per non diffonderli", ha scritto su Twitter. "Ma invece di lamentarci, o ignorare la minaccia, pubblichiamo tutte le 18 ore su Bandcamp in aiuto a Extinction Rebellion. Solo per i prossimi 18 giorni. Per 18 sterline, potrete giudicare da soli se avremmo dovuto pagare questo riscatto", ha scritto Greenwood.

"L'emergenza climatica ed ecologica richiede coraggio, verità e generosità come mai prima", ha commentato il gruppo ambientalista nato lo scorso anno in Gran Bretagna e che da allora organizza flash mob e altre azioni di disobbedienza civile, ringraziando i Radiohead "per il loro regalo e per il sostegno per continuare a costruire il nostro già potente e ambizioso movimento di disobbedienza civile non violenta".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.