cerca CERCA
Giovedì 27 Gennaio 2022
Aggiornato: 02:47
Temi caldi

Vino: Ferrarini presidente Strada Reale dei torinesi

21 maggio 2015 | 11.53
LETTURA: 3 minuti

Imprenditrice turistica di Susa, già impegnata nell'Ascom e nel Caat, ha subito dichiarato l’intenzione di collaborare strettamente con i soci e i partner della Strada per la promozione del territorio e dell’offerta turistica ed enologica

alternate text
Patrizia Ferrarini

L’assemblea dei soci della Strada Reale dei vini torinesi ha rinnovato le proprie cariche elettive. Dopo sette anni di attività e dopo aver propugnato in prima persona la creazione di una rete che riunisse in un progetto unitario gli imprenditori agricoli e turistici delle quattro zone vitivinicole dell’allora Provincia di Torino (Canavese, Valsusa, Pinerolese, Collina torinese), Francesco Balbiano ha lasciato il testimone della presidenza a una socia fondatrice, Patrizia Ferrarini, che si è impegnata ad avviare nuovi progetti.

Patrizia Ferrarini, imprenditrice turistica di Susa, già impegnata nell'Ascom e nel Caat, ha subito dichiarato l’intenzione di collaborare strettamente con i soci e i partner della Strada per la promozione del territorio e dell’offerta turistica ed enologica.

Il consiglio di amministrazione della Strada riunisce esponenti delle diverse categorie e aree ed è composto, oltre che dalla presidente, da Giorgia Boggio, Riccardo Chiabrando, Elena Di Bella (in rappresentanza della Città Metropolitana di Torino) ed Elvio Pastre. Il comitato di indirizzo supporta il consiglio di amministrazione ed è formato da Valter Baro, Marco Benedetto, Ezio Giaj, Fabrizia Godone, Stefano Rossotto, Tania Mastrodicasa. Il revisore dei conti è Sergio Calvi.

Come sottolinea la nuova presidente, Patrizia Ferrarini, “uno degli scopi per cui è nata la Strada è quello di incentivare lo sviluppo economico, dando vita a un’offerta turistica integrata, che unisca il mondo della produzione a quello dell’accoglienza, che insieme possono ottenere grandi risultati professionali". "Il mio impegno - assicura - sarà rivolto alla valorizzazione di tutte le risorse del nostro territorio, che gode di un patrimonio naturalistico, storico, culturale e ambientale straordinario”.

La consigliera metropolitana con delega all’agricoltura, Gemma Amprino, spiega che “la mia precedente esperienza amministrativa a Susa mi ha consentito di apprezzare le capacità e le motivazioni della presidente Ferrarini, con la quale ho condiviso progetti importanti per il territorio. Sono sicura che saprà ben operare nel suo nuovo ruolo”.

Come rileva Barbara Cervetti, consigliera metropolitana con delega al turismo, “la promozione di un territorio è un impegno di lunga durata: l’immagine turistica e la reputazione di località e servizi si costruiscono lavorando per anni, generando contenuti positivi e suscitando giudizi favorevoli sugli operatori e sulle loro prestazioni". "L’attività della Strada Reale dei vini torinesi - sottolinea - va nella giusta direzione, facendo convergere gli sforzi degli enti e delle istituzioni locali e dei singoli operatori verso obiettivi condivisi. Che a guidare l’associazione sia ora una donna è significativo delle capacità, dello spirito d’iniziativa e della creatività delle nostre imprenditrici turistiche”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza