cerca CERCA
Martedì 16 Agosto 2022
Aggiornato: 10:34
Temi caldi

Firenze, controlli nei capannoni-alveare: denunciati cinque cinesi

17 aprile 2014 | 14.04
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Nuovi controlli delle Fiamme Gialle nella zona industriale dell'Osmannoro nei capannoni-alveare: individuati 42 lavoratori in nero o irregolari; sequestrati 4.600 portafogli e cinture in pelle di pitone; denunciati 5 cinesi.

I finanzieri del gruppo di Firenze, coadiuvati dal personale dell'Arma dei Carabinieri, della Direzione Territoriale del Lavoro, dell'Inps, dell'Asl, dei Nas e della Polizia Municipale di Firenze, hanno sottoposto a controllo tre capannoni ubicati in via Pratese, dove operavano 13 ditte, gestite tutte da cinesi, che confezionavano borse in pelle ed accessori d'abbigliamento.

Gli immobili erano stati suddivisi in diverse 'celle', ognuna occupata da una ditta. Al momento dell'accesso presso gli immobili sono stati identificati 42 lavoratori di origine cinese che, dai successivi controlli, sono risultati: 25 completamente in nero; 14 irregolari; 2 clandestini; 1 minore.

Due datori di lavoro sono stati denunciati all'autorita' giudiziaria fiorentina per il reato di impiego di manodopera clandestina (art. 22, c.12, D.Lgs 286/98) ed un datore di lavoro per l'impiego di manodopera minorile (art. 26 della L. n. 977 del 17 ottobre del 1967).

La Direzione Territoriale del Lavoro ha emesso 9 provvedimenti di sospensione dell'attività imprenditoriale ai sensi dell'art. 14, del d.lgs. 81/2008 (impiego di personale non risultante dalla documentazione obbligatoria in misura pari o superiore al 20% del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro all'atto del controllo).

Inoltre, sono state constatate sanzioni amministrative per complessivi euro 130.800, di cui 29.000 gia' versati dai soggetti verbalizzati.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza