cerca CERCA
Mercoledì 07 Dicembre 2022
Aggiornato: 14:48
Temi caldi

Il fintech alla prova del coronavirus

16 aprile 2020 | 16.54
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Di Lucinda Shen – Fu la Grande Recessione degli anni 2000 a provocare il boom del fintech, o almeno così viene solitamente raccontata la storia delle sue origini. Armati della giustificata rabbia contro le grandi banche e della convalida concessa dal Dodd-Frank Act, la legge che ha riformato Wall Street e obbligato le banche a rendere i dati dei consumatori disponibili ‘in forma elettronica’, società come Robinhood, SoFi e Venmo (ora di proprietà di PayPal) sono diventate potentissime, e quasi onnipresenti. Ora che il fintech sta affrontando la sua prima recessione globale, provocata dal coronavirus, i suoi attori principali potrebbero diventare ancora più forti di prima? I leader dell’industria la vedono certamente come un’opportunità per dimostrare il proprio coraggio. (continua a leggere con il link all'articolo)

Fortune Italia

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza