cerca CERCA
Lunedì 20 Settembre 2021
Aggiornato: 20:21
Temi caldi

M5S, parlano le due deputate espulse

02 luglio 2019 | 11.40
LETTURA: 3 minuti

Gloria Vizzini e Veronica Giannone fuori dal gruppo del MoVimento alla Camera

alternate text
(FOTOGRAMMA)

di Antonio Atte
Delusione e rabbia. E' delusa Gloria Vizzini dopo la doccia fredda di lunedì sera. Un post pubblicato sul Blog delle Stelle alle 20:58 del primo luglio ha annunciato la sua espulsione e quella della collega Veronica Giannone dal gruppo parlamentare del MoVimento 5 Stelle alla Camera dei deputati: provvedimento che si aggiunge alla estromissione di Paola Nugnes dal gruppo dei senatori, a suggello della linea dura adottata dal capo politico Luigi Di Maio.

"Se me lo aspettavo? E' noto che se lì si esce un minimo dalla linea si viene puniti..." commenta la parlamentare all'AdnKronos. Secondo Vizzini la tempistica del post non è casuale. "E' arrivato a ridosso del voto sul decreto sicurezza bis: in questo modo si sono assicurati l'obbedienza di tutto il gruppo" osserva la deputata, che già in occasione del primo dl sicurezza aveva avuto modo di manifestare tutto il suo dissenso.

"Se ho ricevuto solidarietà dai miei colleghi? Certo che l'ho ricevuta..." dice ancora. A pesare sull'espulsione delle due parlamentari, si legge sul Blog, sarebbero state "le assenze alle votazioni finali di vari provvedimenti fondamentali, condivisi e sostenuti dal nostro gruppo parlamentare". Assenze che i vertici hanno giudicato "gravissime".

"A questo - è scritto sempre nel post - si aggiungono le votazioni in difformità dal gruppo di numerosi emendamenti contrari alla linea politica del MoVimento e per le quali entrambe hanno ricevuto un richiamo formale, la partecipazione in conferenze stampa gravemente lesive dell'immagine del MoVimento, oltre che la mancata restituzione forfettaria dal mese di ottobre 2018 a cui sono tenuti per regolamento tutti i parlamentari eletti del MoVimento 5 Stelle".

GIANNONE - "Nessuna notifica d'espulsione da parte del Movimento, neanche un messaggio. Quanto scritto sul Blog sono le solite bugie. Sono pronta a smentirli": sono le parole affidate all'AdnKronos dalla parlamentare Veronica Giannone. La deputata salentina contesta la versione dei fatti riportata sul Blog delle Stelle, dove nel provvedimento di espulsione si fa riferimento alle "gravissime" assenze "alle votazioni finali di vari provvedimenti fondamentali, condivisi e sostenuti dal nostro gruppo parlamentare".

"A questo - si legge sempre sull'house organ pentastellato - si aggiungono le votazioni in difformità dal gruppo di numerosi emendamenti contrari alla linea politica del MoVimento e per le quali entrambe hanno ricevuto un richiamo formale, la partecipazione in conferenze stampa gravemente lesive dell'immagine del MoVimento, oltre che la mancata restituzione forfettaria dal mese di ottobre 2018 a cui sono tenuti per regolamento tutti i parlamentari eletti del MoVimento 5 Stelle".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza