cerca CERCA
Sabato 18 Settembre 2021
Aggiornato: 16:57
Temi caldi

Laurea varrà come esame di Stato: bozza Recovery, le news

23 aprile 2021 | 18.26
LETTURA: 1 minuti

Tra le novità anche l'aumento dei contratti per le specializzazioni in Medicina

alternate text
(Fotogramma)

La laurea varrà come esame di Stato. Spunta infatti anche la "riforma delle lauree abilitanti" nel Recovery Plan made in Italy, secondo l'ultima bozza circolata in queste ore, alla vigilia del Consiglio dei ministri chiamato a fare il punto sul testo prima del passaggio in Parlamento. "La riforma prevede la semplificazione delle procedure per l'abilitazione all'esercizio delle professioni - si legge - rendendo l'esame di laurea coincidente con l'esame di Stato", con ciò "semplificando e velocizzando l'accesso al mondo del lavoro da parte dei laureati".

Inoltre, i fondi del Recovery Plan per "l’incremento dei contratti di formazione specialistica per affrontare il cosiddetto 'imbuto formativo', vale a dire la differenza tra il numero di laureati in medicina e il numero di posti di specializzazione post-lauream previsto e garantire così un adeguato turnover dei medici specialisti del Ssn" riporta l'ultima bozza del Pnrr.

In particolare saranno finanziate: "Borse di studio di medicina generale: ogni anno del triennio 2021-2023 sarà pubblicato un decreto governativo di assegnazione delle risorse economiche alle Regioni per finanziare 900 borse di studio aggiuntive all’anno per corsi specifici di medicina generale di durata triennale (per un totale di 2.700 borse aggiuntive). Questa distribuzione temporale assicura il completamento degli ultimi corsi entro metà 2026" e saranno finanziati "4.200 contratti di formazione specialistica aggiuntivi, per un ciclo completo di studi (5 anni) a partire dal 2020".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza