cerca CERCA
Martedì 07 Dicembre 2021
Aggiornato: 10:24
Temi caldi

Comunicato stampa

Menarini Ricerche annuncia la pubblicazione di dati preclinici sull'anticorpo innovativo coniugato a tossina MEN1309/OBT076, attualmente in sviluppo clinico di Fase I

28 giugno 2019 | 08.01
LETTURA: 4 minuti

ROMA, 28 giugno 2019 /PRNewswire/ -- Menarini Ricerche ha annunciato oggi la pubblicazione dei risultati di uno studio preclinico riguardanti la caratterizzazione dell'anticorpo anti-CD205 coniugato a tossina (ADC) MEN1309/OBT076. Questi risultati sono stati pubblicati dalla rivista Molecular Cancer Therapeutics (http://mct.aacrjournals.org/content/early/2019/06/21/1535-7163.MCT-18-0624).

Lo studio mostra che la glicoproteina transmembrana CD205 è iper-espressa in una varietà di tumori solidi, come ad esempio nel cancro della vescica e in quello del pancreas, oltre che nel cancro della mammella triplo negativo (TNBC). In queste indicazioni, MEN1309/OBT076 ha mostrato in vitro un' importante attività antitumorale . Questi risultati sono stati confermati in vivo, dove MEN1309/OBT076 ha dimostrato una potente attività antitumorale in modelli xenograft di cancro della mammella triplo negativo, tumore del pancreas e della vescica e in modelli xenograft derivanti da pazienti, con risposte durature e regressioni tumorali complete.

"Questi dati preclinici mostrano la promettente attività di MEN1309/OBT076 in tumori solidi che esprimono il CD205, supportando quindi lo sviluppo clinico di fase I, SHUTTLE, che è in corso" (NCT03403725) ha dichiarato Monica Binaschi, PhD, Direttore del Dipartimento di Scienze Precliniche e Traslazionali di Menarini Ricerche. "Inoltre, questi risultati sostengono uno degli elementi chiave della strategia di sviluppo clinico del MEN1309/OBT076 , rappresentato dal targeting specifico di pazienti con tumori esprimenti il CD205, la cui espressione è confermata con un appropriato test da noi sviluppato. Lo studio pubblicato rappresenta un esempio di proficua collaborazione scientifica tra centri accademici di eccellenza nella ricerca oncologica e l'industria. Questa collaborazione ha coinvolto il Prof. Joaquin Arribas e il suo team dell'Istituto di Oncologia Val D'Hebron di Barcellona (VHIO) oltre al nostro partner, Oxford Biotherapeutics (OBT)".

Informazioni su MEN1309/OBT076

MEN1309/OBT076, è un ADC costituito da un anticorpo completamente umano anti-CD205, legato alla tossina DM4. MEN1309/OBT076 è in sviluppo per alcuni tumori esprimenti il CD205.

MEN1309/OBT076 è attualmente in fase di sviluppo con uno studio clinico multicentrico di fase I nei maggiori centri oncologici europei in Italia, Spagna, Belgio e Regno Unito (NCT03403725), per valutare l'attività dell'anticorpo nel trattamento dei tumori solidi metastatici, tra cui il tumore gastrico, il cancro della mammella triplo negativo (TNBC), il tumore della vescica e quello del pancreas, così come il linfoma di tipo Non-Hodgkin. Questo studio clinico segue l'approccio dell'oncologia di precisione, componente chiave della strategia Menarini, reclutando solo pazienti positivi per l'espressione del target terapeutico CD205. Uno studio clinico di fase I sta cominciando negli Stati Uniti d'America in centri accademici di grande esperienza, sotto la sponsorship di OBT.

Informazioni sul Gruppo Menarini

Menarini è un' azienda farmaceutica italiana che fattura 3,667 miliardi di Euro e conta più di 17.600 dipendenti. Il Gruppo Menarini ha sempre perseguito due obiettivi strategici: Ricerca e Internazionalizzazione ed è fortemente impegnata nella ricerca e sviluppo in oncologia. Come parte di questo impegno Menarini sta sviluppando 4 nuovi farmaci oncologici. Due di questi sono biologici; uno è l'anticorpo MEN1112/OBT357 specifico per il CD157 e l'altro è l'anticorpo coniugato a tossina MEN1309/OBT076, il cui target è il CD205. Le altre due sono piccole molecole: il doppio inibitore delle chinasi PIM/FLT3, chiamato SEL24/MEN1703, e l'inibitore dell'enzima PI3K, chiamato MEN1611, in sviluppo clinico per il trattamento di una varietà di tumori ematologici e solidi. Inoltre, Menarini ha recentemente firmato un contratto di licenza per un'altra piccola molecola, un inibitore dell'istone deacetilasi di classe I, II e IV, Pracinostat, per il trattamento di pazienti con malattie ematologiche. L'impegno del Gruppo Menarini nell'oncologia di precisione è supportato anche dalle tecnologie e dai prodotti di Menarini Silicon Biosystems per lo studio delle cellule rare, con una precisione sulla singola cellula. L'integrazione delle tecnologie CELLSEARCH® e DEPArray NxT fornisce una soluzione snella per l'enumerazione, l'isolamento e la caratterizzazione molecolare delle cellule tumorali circolanti (CTC) da un semplice esame del sangue. Questo aiuterà a guidare la ricerca clinica e la correlazione dei CTC con l'efficacia di terapie specifiche.

Menarini è presente con i suoi prodotti in molte importanti aree terapeutiche tra cui, cardiologia, gastroenterologia, pneumologia, malattie infettive, diabetologia, infiammazione e analgesia.

Con 16 siti di produzione e 7 centri di Ricerca e Sviluppo, il Gruppo Menarini ha una forte presenza in Europa, Asia, Africa e Sud America. I farmaci Menarini sono disponibili in 136 paesi.

Per ulteriori informazioni visita il sito www.menarini.com

Logo - http://mma.prnewswire.com/media/520214/Menarini_Ricerche_Logo.jpg

 

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza