cerca CERCA
Venerdì 19 Agosto 2022
Aggiornato: 16:31
Temi caldi

Musei: mostre in saldo per lavori al Museo di Roma

30 agosto 2016 | 16.18
LETTURA: 3 minuti

alternate text
L'Entrata di Carnevale, caricatura esposta nella mostra 'L'arte del sorriso'

Mostre in saldo per lavori in corso. Le propone il Museo di Roma le cui sale sono interessate da lavori di adeguamento tecnico ma che mantiene comunque accessibili le mostre già in corso, con l’opportunità di visitarle ad un prezzo davvero speciale: 4 euro per il biglietto intero e 3 euro per quello ridotto. Una buona occasione per intraprendere un viaggio nell’arte della caricatura a Roma dal Seicento al 1849 con la mostra 'L'arte del sorriso. La caricatura a roma dal seicento al 1849' e per immaginare come appariva la vita della città di inizio Ottocento agli occhi di un francese con la mostra 'Antoine Jean-Baptiste Thomas e il popolo di roma (1817-1818)'.

'L'arte del sorriso' propone 120 opere provenienti da diverse istituzioni culturali (Palazzo Chigi di Ariccia, Accademia Nazionale di San Luca, Archivio Storico Capitolino, Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Barberini, Istituto Centrale per la Grafica di Roma, Museo del Risorgimento di Roma e la Collezione d’Arte della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca) oltre che dal Gabinetto delle Stampe di Palazzo Braschi. Le caricature non risparmiano nessuna categoria: Sarti, cappellaie e rammendatrici di calze, accanto a soffiatori di vetro, burattinai e musicisti, ma anche servitori gobbi che fanno bella mostra di sé a fianco a personaggi del calibro di papa Benedetto XIV e del cardinale Silvio Valenti Gonzaga, immortalati nel celebre quadro di Giovanni Paolo Pannini. L’esposizione è a cura di Angela Maria D’Amelio, Simonetta Prosperi Valenti Rodinò, Simonetta Tozzi. Catalogo Campisano Editore.

La mostra dedicata a Thomas restituisce la Roma di fine 800 per come appariva agli occhi di un francese: caotica e rumorosa, certo, ma anche piena di colori e di suoni, di odori perfino e costellata di volti caratteristici e anonimi al tempo stesso, inconfondibili. Sono i mestieri del popolo ad animare le vie e le piazze, assieme ai rituali condivisi dalla gente come dai nobili e dal clero, giorno dopo giorno, a cadenzare il tempo e le stagioni. Questo caleidoscopio di scene quotidiane colpì a tal punto il pittore da spingerlo a realizzare una serie di schizzi dal vero, durante il suo soggiorno romano tra il 1816 e il 1818 in qualità di vincitore del Prix de Rome dell’Accademia di Francia. Il Museo di Roma conserva non solo vari esemplari, sia sciolti sia rilegati, delle litografie inserite nel volume di Thomas 'Un an à Rome et dans ses environs', ma anche 142 disegni originali, acquisiti nel 1963, una selezione dei quali viene esposta in mostra. Nel percorso espositivo, curato da Angela Maria D’Amelio e Simonetta Tozzi, le rappresentazioni di Thomas vengono affiancate da alcune opere di Bartolomeo Pinelli.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza