cerca CERCA
Martedì 24 Maggio 2022
Aggiornato: 11:35
Temi caldi

5G

Pagamenti digitali 100 volte più rapidi col 5G

15 giugno 2021 | 13.25
LETTURA: 2 minuti

Una tecnologia cento volte più veloce e con una capacità mille volte superiore rispetto alle reti 4G per sviluppare le opportunità dei servizi finanziari.

alternate text
- Da Agendigitale.eu

Il mercato globale dei servizi 5G, valutato a 41,48 miliardi di dollari nel 2020, punta a crescere del 46,2% dal 2021 al 2028. Non si tratta solo di download più veloci ma di un cambiamento che accelererà la prossima fase dei moderni servizi finanziari, dal cloud computing alla gestione dei pagamenti. I pagamenti istantanei di piccole somme di denaro supereranno il contante come metodo di pagamento principale, sotto la spinta soprattutto del millennial e delle generazioni ancora più giovani. Secondo i dati dell'Osservatorio sugli Innovative Payments della School of Management del Politecnico di Milano, nel 2020 i pagamenti digitali hanno raggiunto i 5,2 miliardi di transazioni, passando dal 29% al 33% del valore totale dei pagamenti in Italia. A crescere sono stati soprattutto i pagamenti con contactless (+29%, a quota 81,5 miliardi) e, ancor più, quelli con smartphone e wearable (+80%, oltre 3,4 miliardi).

L'arrivo del 5G alimenterà ancora di più la diffusione dei pagamenti mobili. Il 5G renderà l'esperienza di pagamento digitale ancora più immediata consentendo transazioni tramite smartphone, smartwatch e un'ampia gamma di canali Internet of Things. Il mobile banking diventerà ancora di più il metodo di riferimento per effettuare depositi, trasferimenti di conto e monitorare le proprie spese o guadagni. Ma anche servizi come le richieste di prestito o le verifiche del credito saranno sempre più frequentemente praticate da dispositivi mobili grazie alla maggiore velocità del 5G: i controlli di conformità dei dati dei clienti ad opera dell'intelligenza artificiale potranno essere eseguiti in pochi secondi così da rendere i pagamenti quasi immediati in tutto il mondo anche per i pagamenti transfrontalieri. Anche sul versante delle frodi il 5G potrà garantire alle banche una più rapida elaborazione dei dati e verifica della natura delle transazioni, oltre a alla consultazione di più istanze di dati in tempo reale e alla geolocalizzazione dei clienti.

Il problema si sposta ora sul versante delle istituzioni finanziarie che si trovano nella condizione di tenere il passo con l'accelerazione impressa dal 5G. Ricordando che, secondo le ultime analisi di EY, in Italia la copertura 5G della popolazione con almeno tre operatori ha raggiunto il 20%, raddoppiando in un anno (uno degli operatori è al 91% della copertura). A livello regionale la copertura in Italia risulta poco uniforme: tra le regioni maggiormente coperte ci sono Valle d’Aosta, Basilicata e Molise (98% copertura), seguite da Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Marche, Abruzzo e Calabria (97%). A poca distanza anche Trentino-Alto Adige, Umbria e Campania (96% copertura), Emilia-Romagna e Liguria (95%), Sicilia (93%), Piemonte (92%). Si scende invece sotto il 90% in Toscana e Lazio (copertura 88%), Lombardia (87%), Sardegna (84%), fino alla Puglia con il 76%.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza