cerca CERCA
Lunedì 20 Settembre 2021
Aggiornato: 23:03
Temi caldi

Coppa Italia

Roma travolta, Fiorentina in semifinale

30 gennaio 2019 | 20.30
LETTURA: 5 minuti

alternate text
Nicolo Zaniolo (AFP)

La Fiorentina approda in semifinale di Coppa Italia travolgendo 7-1 la Roma allo stadio Artemio Franchi. A regalare la qualificazione ai viola, che mancavano l'appuntamento con le semifinali da 4 anni, una tripletta di Chiesa, 7', 18' e 74', e le reti di Muriel, al 33', Benassi al 65' e Simeone autore di una doppietta all'80' e all'89'. Per i giallorossi gol di Kolarov al 28'.

La prima conclusione della gara, sotto una pioggia battente, è del 'gioiellino' giallorosso Zaniolo che tenta un tiro a giro dal limite dell'area che sorvola la traversa. La replica dei padroni di casa è un gran tiro di Chiesa che sfiora l'incrocio dei pali. E' solo il preludio del gol, al 7' Chiesa finalizza una ripartenza della Fiorentina infilando Olsen all'angolino su assist preciso di Mirallas.

IL MATCH - I capitolini reagiscono immediatamente e sugli sviluppi di un angolo Cristante colpisce il palo dopo un colpo di testa. Azione insistita dei giallorossi al 16', al momento del tiro El Shaarawy viene murato dai difensori. Si aprono gli spazi e la Fiorentina è micidiale in contropiede, al 18' Mirallas verticalizza per Chiesa che scattato sul filo del fuorigioco si invola tutto solo verso l'area e a tu per tu con Olsen è bravo a superarlo con un pallonetto: 2-0.

Cambio forzato per l'11 di Pioli, esce l'infortunato Vitor Hugo, dentro Laurini. Al 28' la Roma riapre la gara, Kolarov sfrutta uno spazio centrale e lascia partire un siluro di sinistro imparabile per Lafont. Al 33' nuovo gol dei padroni di casa col neo acquisto Muriel, il colombiano sfrutta un assist di Biraghi scattato dalla fascia sinistra per insaccare all'altezza dell'area piccola. Al 38' viola ancora pericolosi con un cross di Mirallas su cui non riesce ad arrivare nessun giocatore. E' ancora Chiesa a impegnare Olsen, il tiro scoccato dal limite e deviato da un difensore viene respinto in angolo dal portiere. Nel finale di tempo occasione per Schick di testa, Lafont si salva di piede in angolo.

SECONDO TEMPO - Di Francesco torna in campo con una Roma a trazione anteriore, entra Dzeko al posto di Pastore. Florenzi va sul fondo e mette al centro, Laurini salva. La Roma fa la partita chiudendo nella sua metà campo i padroni di casa. Al 60' prontezza di riflessi di Lafont che alza sopra la traversa una conclusione di testa di Zaniolo. Break dei padroni di casa con una conclusione dal limite di Muriel alta.

Al 65' la Fiorentina cala il poker, su un errore in uscita della difesa giallorossa, Muriel serve Benassi che in diagonale beffa il portiere. La Roma accusa il colpo, Dzeko si fa espellere dall'arbitro Chiffi con un rosso diretto lasciando i suoi in 10. Per la Roma entra in campo De Rossi reduce da un lungo stop. Al 75' Chiesa firma la sua prima tripletta in carriera, il numero 25 addomestica un cross di Benassi e di sinistro supera Olsen. La festa viola non è finita, all'80' c'è gloria anche per il neo entrato Simeone che allo scadere si ripete chiudendo l'incontro sul 7-1.

DI FRANCESCO - "C'è solo da chiedere scusa per la prestazione nei confronti dei tanti tifosi venuti a Firenze. Faccio fatica a dare spiegazioni nella dinamica di una gara giocata al di sotto delle nostre possibilità, sono il primo a chiedere scusa per una prestazione vergognosa sotto tanti aspetti". Queste le parole del tecnico della Roma, Eusebio di Francesco, che aggiunge: "Dimissioni? Non voglio dare titoli, lasciamo perdere questi discorsi, nella mia testa non c'è mai questo pensiero. La cosa che mi dispiace di più è che nel momento difficoltà si perde la testa - prosegue l'allenatore abruzzese -. Ho sempre detto che siamo ancora malati poi determinate considerazioni non le devo fare io. Le valutazioni a caldo vengono di pancia e non dalla testa".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza