cerca CERCA
Sabato 27 Novembre 2021
Aggiornato: 14:40
Temi caldi
SPECIALE
Terapie avanzate in Italia: l’oggi e il domani

Terapie avanzate in Italia: l’oggi e il domani

Da Assobiotec-Federchimica un nuovo modello per l'accesso alle terapie avanzate

“Le terapie avanzate hanno una complessità intrinseca, ma stanno offrendo incredibili opportunità terapeutiche perché non curano solo i sintomi ma anche la malattia, e si sta rivelando proprio l’applicazione in alcune tra le patologie più rare, per le quali fino ad oggi non esisteva una soluzione terapeutica”. Così Maria Luisa Nolli, membro del consiglio direttivo di Assobiotec-Federchimica, ha introdotto stamattina il webinar “Terapie avanzate in Italia: l’oggi e il domani” organizzato dall'Isti...

Boano (Assobiotec): "Risolvere disparità di accesso a terapie avanzate"

"Basti pensare che una Car-T (Chimeric Antigen Receptor T cell therapies, nuove terapie personalizzate contro il cancro che agiscono sul sistema immunitario del paziente per renderlo in grado di riconoscere e distruggere le cellule tumorali, ndr) si produce singolarmente per ogni paziente modificando le sue cellule, rispetto al classico farmaco di sintesi chimica è una rivoluzione epocale, è cambiato il paradigma per tutti gli attori coinvolti nel percorso di cura". Così Luigi Boano, vicepresiden...

alternate text

Aiuti (Sr-Tiget): "Con terapie avanzate successi contro alcune malattie rare"

“Le terapie avanzate si sono rivelate un successo in malattie rare come l’Ada Scid, causata dall’alterazione di un gene che permette la produzione di un enzima importante per la funzionalità dei linfociti, cellule del sistema immunitario fondamentali per combattere le infezioni: sono sopravvissuti tutti i 41 pazienti oggetto del trattamento”. Così Alessandro Aiuti, vicedirettore dell’Istituto San Raffaele-Telethon per la terapia genica (Sr-Tiget) e professore ordinario di Pediatria all’Università...

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza