Home . Cultura . A Paolo Cognetti il Premio Strega Giovani

A Paolo Cognetti il Premio Strega Giovani

CULTURA
A Paolo Cognetti il Premio Strega Giovani

Paolo Cognetti (foto dal sito del Premio Strega)

È Paolo Cognetti, autore di 'Le otto montagne' (Einaudi), il vincitore del premio Strega Giovani 2017. Lo ha proclamato questa sera la presidente della Camera, Laura Boldrini, nel corso della cerimonia che si svolge nella Sala della Lupa di Montecitorio. (Video)

Il libro di Cognetti ha ottenuto 58 preferenze su 374 risultando così il più votato dalla giuria composta da ragazze e ragazzi di età compresa tra i 16 e i 18 anni, in rappresentanza di 50 licei e istituti tecnici diffusi su tutto il territorio italiano e all’estero (Berlino, Bruxelles, Bucarest, Parigi). Al vincitore va un riconoscimento di 3.000 euro.

Gli studenti hanno letto le dodici opere concorrenti al Premio Strega 2017 e inviato il loro voto individualmente. La terna vincitrice del premio Strega Giovani, arrivato alla quarta edizione, è composta inoltre da 'Le cento vite di Nemesio' (E/O), scritto da Marco Rossari, che con 39 preferenze si è classificato secondo, e da 'Le notti blu' (Perrone) che ha raggiunto il terzo posto con 37 voti. I tre libri riceveranno, inoltre, un voto per la designazione dei finalisti al Premio Strega.

"Avevo l'età dei ragazzi che mi hanno votato - ha detto Cognetti - quando ho cominciato a pensare di fare lo scrittore. Sembrava un sogno che non si poteva realizzare, così difficile che non si poteva neanche dire. E invece ora sono qui, sono la prova vivente che i sogni si possono realizzare. Mi sento molto vicino ai giovani che mi hanno votato. Il mio libro vuole essere anche un invito a conservare l'amicizia come uno dei valori più alti".

Nel corso della cerimonia Ermanno Ruozzi, direttore territoriale Campania di BPER Banca che sostiene il premio Strega, ha consegnato a Francesco Maglioni del Liceo Scientifico Pacinotti di Cagliari un premio di 1.000 euro offerto dalla banca per la migliore recensione dedicata proprio a 'Le otte montagne' di Cognetti.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI