Home . Cultura . Caterina Guzzanti e Pannofino danno voce ai bimbi migranti

Caterina Guzzanti e Pannofino danno voce ai bimbi migranti

CULTURA
Caterina Guzzanti e Pannofino danno voce ai bimbi migranti

Non sono diari di viaggio ma storie di speranza quelle che hanno varcato i confini italiani grazie a due giornalisti, Francesca Mannocchi e Valerio Cataldi. Storie di bambini migranti che dal 3 ottobre - anniversario del naufragio di Lampedusa e giornata nazionale della memoria delle vittime delle migrazioni - diventeranno parte della mostra 'Bambini, storie di viaggio e di speranza', inaugurata da Associazione Museo Migrante e Unicef alla Camera dei Deputati. Racconti che Caterina Guzzanti, Francesco Pannofino, Roberto Herlitzka e Francesco Venditti faranno arrivare alle orecchie dei visitatori con l'intimità di una narrazione in prima persona costruita con le immagini delle esperienze di questi bimbi verso un mondo altro.

L'evento verrà aperto al pubblico alle 11 del 3 ottobre dal saluto della Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini. Vi prenderanno parte anche il presidente di Unicef Italia Giacomo Guerrera, Filomena Albano del Garante per l'infanzia e l'adolescenza e Valerio Cataldi giornalista Rai e co-fondatore dell'Associazione MuMI.

Le storie saranno inserite all'interno di un reading musicale presentato da Geppi Cucciari, che sarà accompagnato dai violini di Alaa Arsheed e Dania Alkabir, musicisti siriani, e dalla chitarra di Isaac de Martin. Altre letture saranno di Galatea Ranzi, Andrea Iacomini e Giusi Nicolini. A seguire, l'inaugurazionedella mostra progettata e curata da Studio Azzurro e allestita nel Complesso di Vicolo Valdina, in Piazza Campo Marzio 42 a Roma.

Più in dettaglio, la sala del Cenacolo ospiterà un’installazione costruita sulle storie di cinque bambini cui Francesco Pannofino, Roberto Herlitzka, Caterina Guzzanti e Francesco Venditti hanno prestato la voce. Questa installazione sarà il primo nucleo della mostra itinerante sui bambini migranti che viaggerà in tutta Italia il prossimo anno. L'installazione sarà arricchita dalle fotografie di Roberto Salomone e Mauro Pagnano scattate lungo le rotte delle migrazioni.

La sala della Sacrestia ospiterà, invece, una seconda installazione contenente gli oggetti delle vittime del naufragio del 3 ottobre 2013, ritrovati nel mare vicino a Lampedusa. La mostra sarà aperta al pubblico dalle 13 alle 18 del 3 ottobre e dalle 10 alle 18 dal 4 al 13 ottobre con chiusura il sabato e la domenica.

La mostra 'Bambini, storie di viaggio e di speranza' rappresenta la naturale evoluzione del 'Museo della Fiducia e del Dialogo per il Mediterraneo' inaugurato lo scorso anno a Lampedusa assieme alla Rai, che è media partner anche in questa occasione.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI