Home . Cultura . Buchmesse alla francese, Francoforte apre con Merkel e Macron

Buchmesse alla francese, Francoforte apre con Merkel e Macron

CULTURA
Buchmesse alla francese, Francoforte apre con Merkel e Macron

A woman observes a book at the booth of the publisher Deutscher Taschenbuch Verlag (dtv) at the Leipzig Book Fair in leipzig, Germany, 17 March 2011. About 2150 exhibitors from 35 countries are at the Leipzig Book Fair between 18-20 March 2011. Photo: Peter Endig

Oltre 7mila espositori provenienti da più di 100 paesi, 10mila giornalisti accreditati e tre new-entry assolute, il Gabon, il Madagascar e il Niger. Si accendono i riflettori sulla Buchmesse, la fiera del libro di Francoforte arrivata quest'anno alla sua 69esima edizione, con la Francia quale Paese ospite. I 'cugini' d'Oltralpe tornano ad esserlo dopo l'ultima apparizione nel 1989 con il motto 'Francoforte in Francese'. Con l'inaugurazione di questa sera, cui parteciperanno la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente della Repubblica Francese, Emmanuel Macron, infatti, si riapre il mercato dello scambio dei diritti che andrà in scena da domani al 15 ottobre. Una vera e propria kermesse scandita da due fasi diverse: fino al 13 ottobre sarà rivolta ai professionisti del settore, mentre in coincidenza con il fine settimana, il 14 e 15 ottobre, aprirà le porte al pubblico.

In prima linea ci sarà l'editoria di casa nostra pronta a far sbarcare in Germania una pattuglia complessiva di 235 editori. All'interno dello stand collettivo 'Spazio Italia', organizzato dall'Aie, l'associazione italiana Editori, dal ministero dello Sviluppo Economico e dall'Ice, Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, invece, ci saranno quest’anno 118 editori in 500 metri quadrati di spazio espositivo. Tra questi anche gli editori di cui la Regione Lazio e la Regione Piemonte hanno supportato la presenza: il Lazio attraverso l’assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili, l’assessorato Sviluppo economico e Attività produttive e LazioInnova (società in house di Regione Lazio) e il Piemonte tramite l’assessorato alla Cultura e Turismo. Sarà presente anche la Sardegna con una rappresentanza di otto editori gestiti dall’Associazione Editori Sardi. Sarà il console generale d’Italia a Francoforte, Maurizio Canfora, accompagnato dal presidente dell’Aie, Ricardo Franco Levi, a inaugurare il padiglione italiano domani alle 10,30, insieme a tutti gli editori italiani presenti. Sarà l’occasione per presentare alla stampa, italiana e internazionale, l'edizione 2017 del 'Rapporto sullo stato dell’editoria Italiana'.

"L’appuntamento della Buchmesse di Francoforte - spiega all'Adnkronos Ricardo Franco Levi, presidente dell'Associazione Italiana Editori - è da sempre importante e strategico per l’editoria italiana, a maggior ragione quest’anno in cui il mercato editoriale italiano presenta segni di ripresa confortanti che sono in linea con quelli dell’economia nazionale. La vetrina internazionale, offerta a Francoforte - continua Ricardo Franco Levi - ci darà la possibilità di dimostrare il nostro rilievo. Infatti l’Associazione Italiana Editori sarà presente per testimoniare quale valore rappresentano il libro e la lettura in Italia e le prospettive che ci aspettano". Alla Buchmesse, dove saranno esposti circa 500mila libri, interverranno tanti volti noti della letteratura tra scrittori e premi Nobel. E a fare la parte del leone sarà ovviamente la Francia che 'schiererà', il Nobel per la letteratura nel 2008 Jean-Marie Le Clézio e Michel Houellebecq, che ha firmato nel 2015 il controverso romanzo 'Sottomissione'.

In tutto la Francia sarà presente alla Buchmesse con circa 180 autori di diverse regioni francofone del mondo. Non solo Francia, comunque. Lo scrittore americano Dan Brown presenterà sabato il suo nuovo thriller 'Origine' al pubblico. A Francoforte faranno tappa anche Ken Follett e la poetessa e scrittrice canadese Margaret Atwood, autrice de 'Il racconto dell'ancella' del 1985. Un libro che ha avuto anche fortuna sia al cinema sia sul piccolo schermo: nel 1990 il romanzo è stato adattato per il cinema nell'omonimo film diretto da Volker Schlöndorff e nel 2017 per la televisione nell'omonima serie. Nel complesso, il programma della Fiera prevede 4.000 tra letture, conferenze, forum di discussione e presentazioni con la partecipazione di più di mille scrittori. Ad essere affrontati saranno anche temi diversi da quelli più strettamente legati al mondo del libro: tra tutti, il ruolo delle industrie creative, della tecnologia, del cinema e della televisione. La fiera dedicerà una sezione all'intelligenza artificiale.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI