Standard Sfoglia
Home . Fatti . Cronaca

Papa: no a clericalismo che codifica fede in regole e istruzioni

"Respingere la tentazione della sufficienza e del clericalismo", che risolve tutto con il "codificare la fede in regole e istruzioni". Papa Francesco dice "no" all'atteggiamento che fu tipico di "scribi, farisei e dottori della legge al tempo di Gesù" e avverte: "Davanti a tante richieste di uomini e donne, corriamo il rischio di spaventarci e di ripiegarci su noi stessi in atteggiamento di paura e di difesa".

Terrorismo: pm Milano indagano 40 curdi

Quaranta persone di origine curda risultano indagate per terrorismo internazionale in un'inchiesta, da poco chiusa, della Procura di Milano. Da quanto emerge i curdi, residenti tra la Lombardia, la Toscana e il Lazio, sono accusati di aver raccolto fondi per finanziare azioni violente del Pkk in Turchia.

Papa: la Chiesa colga i segni dei tempi

"Il Papa non ha il compito di offrire un'analisi dettagliata e completa sulla realtà contemporanea, ma invita tutta la Chiesa a cogliere i segni dei tempi, che il Signore ci offre senza sosta". E' quanto afferma Papa Francesco, sottolineando ai vescovi i compiti della nuova evangelizzazione.

Maltempo: Firenze, infiltrazioni d'acqua in Palazzo Vecchio ma no danni

Infiltrazioni d'acqua anche a Palazzo Vecchio, dove la grandine ha colpito i turisti in visita nel cortile di Michelozzo. L'acqua è entrata anche in alcuni spazi attigui al Salone dei Cinquecento, ma per fortuna senza provocare danni particolari. Oltre che nei musei statali, tutti chiusi per sopralluoghi, infiltrazioni si sono registrate anche alla Biblioteca Nazionale.

Milano, sparatoria a Bruzzano: due morti, fermato un pregiudicato

Al momento non c'è l'assoluta certezza che i tre episodi siano collegati, ma i carabinieri hanno dei forti sospetti in questo senso. Le ipotesi in campo riguardo le motivazioni degli omicidi sono due: potrebbe trattarsi di una lite degenerata o di un regolamento di conti legato al mondo della droga

Calcio: morte Esposito, Procura sequestra cartella clinica De Santis

Anche la cartella clinica redatta dai medici dell'ospedale Belcolle di Viterbo e riguardante assistenza medica a Daniele De Santis è stata sequestrata dalla Procura della Repubblica di Roma e acquisita agli atti per l'inchiesta sugli incidenti del 3 maggio scorso. Nella cartella clinica sarebbe annotata la presenza sull'addome di De Santis, il tifoso giallorosso che sparò al gruppo di ultrà partenopei e che ferì mortalmente Ciro Esposito, quattro lesioni provocata da arma da taglio.