Standard Sfoglia
Home . Fatti . Cronaca

Papa: Francesco e Benedetto XVI, l'abbraccio in piazza San Pietro

L'abbraccio di Papa Francesco con Benedetto XVI, davanti al sagrato della basilica di san Pietro, suggella un'altra giornata storica per la Chiesa: la beatificazione di Paolo VI in coincidenza con la chiusura spirituale del Sinodo straordinario dei vescovi sulla famiglia, che ieri ha visto la votazione a maggioranza dei punti più controversi, dalle unioni omosessuali al sacramento della comunione per i divorziati cattolici risposati civilmente, posti all'esame dei padri sinodali.

Paolo VI: Papa Francesco, esortazione su missione Chiesa resta attuale

"L'esortazione apostolica 'Evangelii Nuntiandi' con la quale Paolo VI ha inteso risvegliare lo slancio e l'impegno per la missione nella Chiesa è ancora attuale, ha tutta la sua attualità". Papa Francesco lo sottolinea due volte, durante l'Angelus seguito alla messa di beatificazione di Giovanni Battista Montini, che ha segnato anche la chiusura spirituale del Sinodo straordinario sulla famiglia.

Papa: continueremo a seminare con pazienza e perseveranza

"Abbiamo seminato e continueremo a seminare con pazienza e perseveranza, nella certezza che è il Signore a far crescere quanto abbiamo seminato". Papa Francesco lo ribadisce chiudendo spiritualmente il Sinodo straordinario dei vescovi sulla famiglia, con la messa di beatificazione di Paolo VI in piazza San Pietro.

Papa: rispondere con coraggio alle nuove sfide

"Rispondere con coraggio alle innumerevoli sfide nuove". E' l'esortazione che Papa Francesco lancia durante l'omelia per la messa di beatificazione di Paolo VI che chiude spiritualmente il Sinodo straordinario sulla famiglia.

Papa: Dio non ha paura delle novità e ci conduce a vie impensate

Non avere paura delle novità e delle nuove vie che Dio ci indica. E' quanto sottolinea Papa Francesco, nell'omelia che, nel giorno della beatificazione di Paolo VI, conclude spiritualmente il Sinodo straordinario sulla famiglia. "Spesso - osserva Jorge Mario Bergoglio - proviamo di fronte alle sorprese di Dio". Ma, ricorda, "Lui non ha paura delle novità! Per questo, continuamente ci sorprende, aprendoci e conducendoci a vie impensate".