Standard Sfoglia
Home . Fatti . Cronaca

Recuperata la sfinge etrusca rubata dal Museo di Cerveteri /Video

Era stata nascosta tra i campi nei pressi di un fondo agricolo sulla via Braccianese in attesa di essere trasportata all'estero. Le immagini con le sequenze del furto, avvenuto nella notte tra il 14 ed il 15 maggio scorso, avevano fatto il giro del mondo, evidenziando la vulnerabilità della necropoli, uno dei 50 siti italiani dell'Unesco

Camorra: Lucia Annibali dice 'no', non sarà l'avvocato di Setola

Lucia Annibali, avvocato del foro di Urbino, sfregiata con l'acido da due albanesi ingaggiati dal suo ex fidanzato Luca Varani, ha rifiutato di accettare l'incarico di difensore di Giuseppe Setola, killer dell'ala stragista del clan dei Casalesi. A quanto si apprende dall'avvocato Francesco Coli, difensore della Annibali durante il processo per l'aggressione da lei subita, la donna ha rifiutato la nomina che le era stata comunicata già quest'estate.

Roma: vigilantes spara per errore, gravissima la ex

Una donna è ricoverata in ospedale in gravissime condizioni a Roma dopo essere stata raggiunta alla testa da un colpo di pistola che sarebbe partito accidentalmente dall'arma dell'ex compagno, un vigilantes. È successo intorno alle 15.10 in un appartamento di via San Biagio Platani. A quanto si è appreso, il fatto è avvenuto in casa dei genitori della donna. L'uomo, in stato di choc, ha riferito che il colpo sarebbe partito per errore, raggiungendo la donna alla nuca. Sul posto è intervenuta...

Camorra: Setola nomina Lucia Annibali come avvocato

Giuseppe Setola, killer dell'ala stragista del clan dei Casalesi, ha nominato come suo difensore Lucia Annibali, avvocato del foro di Urbino, sfregiata con l'acido da due albanesi ingaggiati dal suo ex fidanzato Luca Varani. Ad annunciarlo è stato lo stesso Setola, questa mattina nel corso di un'udienza del processo in corso a Santa Maria Capua Vetere (Caserta) per l'omicidio di Davide Orabona, avvenuto nel 1995.

Mafia: minacce a Scarpinato, solidarietà da consiglieri Csm

Solidarietà al procuratore generale di Palermo, Roberto Scarpinato, per la lettera di minacce ricevuta, e l'invito a fare in fretta a nominare il capo della procura, posto vacante dal 1 agosto, quando è andato in pensione Francesco Messineo. I consiglieri del Csm, in apertura della seduta del plenum, hanno ricordato il nuovo episodio di intimidazione di cui è stato oggetto un magistrato palermitano. Alla solidarietà si è associato, a nome dell'intero Consiglio, il vicepresidente, Michele Vietti.

A Roma da oggi una settimana di festa per Padre Pio

Una settimana di festa per Padre Pio a Roma, da questa sera e fino al 23 settembre, con la partecipazione di migliaia di devoti e centinaia di gruppi di preghiera. I fedeli provenienti dai vari centri del Lazio si riuniranno nella chiesa di San Salvatore in Lauro, in via dei Coronari, adiacente Piazza Navona, che martedì prossimo ospiterà una processione per commemorare questo santo molto popolare in Italia.

Giustizia: togati Csm, su ferie magistrati slogan e mistificazioni

Sulla riduzione delle ferie dei magistrati, prevista dal decreto del governo sulla giustizia civile, ci sono stati troppi ''slogan demagogici'' e ''mistificazioni''. E le norme, che il governo presenta come la soluzione alla lentezza della giustizia, rischiano di sortire l'effetto opposto, con una ''burocratizzazione'' del lavoro di giudici e pm. E' quanto denunciano i consiglieri togati del Csm, che in apertura del plenum sono tornati a discutere della questione.

Gioacchino da Fiore tra studi e fenomeni misteriosi, esperti internazionali a confronto /Video

Da giovedì a sabato un convegno internazionale in San Giovanni in Fiore fa il punto sugli scritti del grande mistico, citato anche da Obama e in attesa di essere beatificato. E strane leggende popolari circondano la sua figura con racconti di apparizioni e luci proprio sulla collinetta dove gli archeologi, guidati anche da queste dicerie, hanno ritrovato i resti del monastero (Guarda il video)

Milano, bambini dormono a terra nella stazione

A raccontare ciò che ha visto facendo un sopralluogo è Silvia Sardone, componente della segreteria regionale di Fi, che dice: la situazione "sta diventando una vera emergenza nazionale. Da mamma ho trovato indegno trovarmi di fronte a queste immagini e mi sono vergognata dell'assistenza e accoglienza che offriamo a questa gente". Leggi l'articolo