Home . Fatti . Esteri . "Perdonare lo stupratore se sposa la vittima", proteste in Turchia contro l'Akp

"Perdonare lo stupratore se sposa la vittima", proteste in Turchia contro l'Akp

ESTERI
Perdonare lo stupratore se sposa la vittima, proteste in Turchia contro l'Akp

(Afp)

Un disegno di legge che depenalizza gli abusi sui minori. E' esplosa la protesta in Turchia per la controversa norma proposta dai deputati del partito al potere, l'islamico Akp del presidente Recep Tayyip Erdogan, che consentirebbe in alcuni casi e a certe condizioni agli aggressori di evitare la condanna e persino sposare le vittime. La norma prevede che venga depenalizzata la violenza sessuale sui minori, prevede un'attenuazione della pena se il rapporto è avvenuto consensualmente - "senza forza o minaccia" - e se l'autore sposa la vittima.

Contro la proposta di legge, presentata la notte scorsa in Parlamento, insorgono le organizzazioni per la difesa dei diritti umani e le opposizioni. Martedì il disegno di legge, che prevede la sospensione di processi e condanne per abusi sui minori fino al 16 novembre 2016, sarà discusso in Parlamento. Chi contesta la norma proposta sostiene che se passasse contribuirebbe ad aggravare il fenomeno delle "spose bambine", già tristemente molto diffuso. Per il deputato del partito Mhp, Erkan Akcay, il disegno di legge è "scandaloso" ed è "impossibile da accettare". Sarebbe un passo indietro per i diritti dei minori.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI