Home . Fatti . Esteri . Per strada più bici che auto, a Copenhagen lo storico sorpasso

Per strada più bici che auto, a Copenhagen lo storico sorpasso

ESTERI
Per strada più bici che auto, a Copenhagen lo storico sorpasso

(AFP PHOTO)

Storico sorpasso a Copenhagen : il numero delle biciclette in circolazione nelle strade della città ha superato quello delle auto. Con 35.080 'due ruote' in più lo scorso anno, il loro numero totale è salito a 265.700 a fronte delle 252.600 vetture in circolazione. Nel 2015, peraltro, il traffico delle bici è aumentato del 15 per cento e quello delle automobili diminuito dell'1 per cento.

Il conteggio delle due ruote è iniziato, a mano e in alcuni punti della città, nel 1970, quando le auto erano 351.133 e le biciclette 100.071. Nel 2009 sono stati installati i primi 20 contatori automatici di biciclette. Negli ultimi vent'anni il traffico a due ruote è cresciuto del 68 per cento, scrive il 'Guardian'.

Dal 2005 sono stati investiti un miliardo di corone danesi (90 milioni di euro) in infrastrutture, fra cui due ponti riservati alle bici. L'obiettivo delle autorità locali ora è quello di togliere completamente le auto dal cuore della città e portare al 50 per cento la percentuale delle persone che ogni giorno si trasferiscono in città dai dintorni in bicicletta entro il 2025 (ora sono il 41 per cento).

Oltre all'estensione della metropolitana prevista entro il 2019, è stato lanciato un progetto per potenziare le piste ciclabili: in 12 giorni oltre 10mila persone hanno risposto al questionario del comune in cui si chiedevano indicazioni sui percorsi più accidentati o congestionati.

Anche Londra sta facendo progressi in questa direzione: il gap fra bici e auto in circolazione si va assottigliando. Il numero di auto che entra in città nell'ora di punta al mattino è crollato da 86mila a 64mila fra il 2004 e il 2014 e il numero di bici salito da 14mila a 36mila. In direzione opposta Pechino, dove l'uso di biciclette è crollato dal 60 al 17 per cento fra il 1986 e il 2010.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI