Home . Fatti . Esteri . Trump contro giudice Hawaii: "Sentenza politica che ci indebolisce"

Trump contro giudice Hawaii: "Sentenza politica che ci indebolisce"

ESTERI
Trump contro giudice Hawaii: Sentenza politica che ci indebolisce

(Afp)

"Non pensate che questo giudice abbia agito così per motivi politici? No?". Ha provocato così i fischi ed i boati della folla di sostenitori al comizio di Nashiville Donald Trump che non ha nascosto la rabbia contro la decisione del giudice federale delle Hawaii che ha bloccato, poche ore prima della sua entrata in vigore, il nuovo travel ban. "Una sentenza politica che ci fa apparire più deboli" ha aggiunto il presidente che sostiene che la misura è tesa a scongiurare il rischio che entrino nel Paese terroristi provenienti dai sei Paesi inseriti nella lista nera.

Annunciando che farà ricorso contro questa decisione "fino alla Corte Suprema", Trump ha espresso la convinzione che "vinceremo, il pericolo è chiaro, la legge è chiara, la necessità di un mio ordine esecutivo è chiara". Trump non ha risparmiato attacchi neanche alla Corte d'appello del nono circuito, che lo scorso febbraio fermò il primo travel ban, affermando che la sentenza di ieri è stata "ritagliata sui diktat della sentenza sbagliata" di allora che costituisce un "abuso giuridico senza precedenti".

Nella foga Trump però poi fornisce argomenti al giudice delle Hawaii, che ha riscontrato che questo nuovo decreto non ha eliminato il pregiudizio anti Islam contenuto nel primo, affermando che "questa è una versione annacquata della primo, ma fatemi dire una cosa: dovremmo tornare direttamente alla prima versione che era quella che io volevo dall'inizio".

Insomma, parole di fuoco contro i giudici, toni assolutamente insoliti per un presidente degli Stati Uniti, come ha riconosciuto, con un mix di vittimismo e sfrontatezza che è una delle principali chiavi di successo con la sua base elettorale, lo stesso Trump. "Devo essere buono altrimenti verrò criticato perché parlo male dei nostri tribunali - ha detto con tono sarcastico alla folla di sostenitori - con tutte le persone disoneste al mondo, sarò io ad essere criticato".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.