Home . Fatti . Esteri . Russia, boom affluenza

Russia, boom affluenza

ESTERI
Russia, boom affluenza

(Afp)

Urne aperte per le elezioni presidenziali in Russia dove alle 19 ora di Mosca, le 17 in Italia, l'affluenza alle urne era al 59,5%. Lo ha comunicato la commissione elettorale centrale, citata dall'agenzia di stampa Tass. I seggi chiuderanno alle 20 ora locale.

La vittoria di Vladimir Putin non è in dubbio, scrive il 'Washington Post' secondo il quale l'unica vera incognita riguardava proprio l'affluenza: gli elettori, si chiedeva il quotidiano, si presenteranno in numero abbastanza elevato da consegnargli un convincente quarto mandato?

"Sono certo che il programma che propongo per il Paese sia giusto", ha detto il presidente russo dopo aver votato a Mosca, secondo l'agenzia di stampa Interfax.

DENUNCE DI IRREGOLARITA' - L'organizzazione non governativa russa Golos, specializzata nella verifica della correttezza delle elezioni ha denunciato, a fine mattinata, 1764 irregolarità ai seggi. Le irregolarità sono soprattutto per gonfiare i dati sull'affluenza alle urne. In particolare, si denuncia che dipendenti e studenti universitari sono stati costretti dai loro datori di lavoro o professori a votare e a portare una foto come prova.

L'oppositore Aleksei Navalny, che ha inviato ai seggi 33mila volontari che fanno capo al suo movimento, in molti casi osteggiati, denuncia anche lui centinaia di frodi, soprattutto a Mosca, nella regione di Mosca, a San Pietroburgo e in Bachkiria. Sono stati denunciati casi in cui gli elettori sono stati portati ai seggi in autobus scortati dalla polizia o dai loro datori di lavoro, e di coupon sconti distribuiti ai seggi a chi aveva votato, come a Khabarovsk. In alcuni paesini della Penisola della Kamchatka e della Chukotka l'affluenza è stata del cento per cento.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.