Home . Intrattenimento . Spettacolo . "Il calzino bianco no!", Manuel Agnelli sempre più cattivo e spietato

"Il calzino bianco no!", Manuel Agnelli sempre più cattivo e spietato

SPETTACOLO
Il calzino bianco no!, Manuel Agnelli sempre più cattivo e spietato

Dal calzino bianco di Loomy, "un'offesa a tutti noi", alla frecciata ad Alvaro per 'Of the night' di Bastille, assegnata a Les Enfants (secondi eliminati): "Questo è uno dei più brutti pezzi della storia. Nemmeno io avrei saputo cosa fare con un pezzo così". Manuel Agnelli ieri sera era davvero in gran spolvero e, durante il secondo live di X Factor, non ha davvero risparmiato niente e nessuno. D'altra parte, per sua stessa ammissione, peli sulla lingua lui non ne ha.

In verità ieri sera tutti e 4 giudici del talent in onda su Sky hanno messo da parte sorrisi e buonismo, ma il leader degli Afterhours come aveva già dimostrato durante i provini non le manda a dire a nessuno. Neanche quando si tratta del look scelto dai concorrenti per la loro esibizione.

Dopo aver stroncato la scelta musicale di Soler, ecco salire sul palco Loomy. Viste le critiche mosse ad Arisa per averlo scelto, il ragazzo deve sempre dare più del massimo. Nel primo live aveva conquistato tutti i giudici, anche Fedez. Ma anche ieri sera ha dimostrato di saperci davvero fare con il rap, sebbene secondo Agnelli mancasse un po' l'effetto sorpresa. Ma la critica più spietata è arrivata sul look: "Chi è il tuo stilista? Il tuo calzino bianco è un’offesa a tutti noi".

Anche la scelta musicale per i Soul System, un brano degli Ace of base, non ha convinto affatto il frontman degli Afterhours: l’arrangiamento era molto figo, ma il pezzo era scarso. Ed è sul giudizio di Caterina che si lascia andare a una battuta spinta: "Non ho peli sulla lingua, e se li ho… non sono miei". Fem gli piace molto ("Sei nato per stare sul palco"), ma: è vero che "fa saltare i culi delle persone" come però "fa qualsiasi animatore turistico".

E anche quando si tratta di difendere le sue scelte, come quella di aver affidato a uno dei suoi (Andrea) un suo brano ('Ballata per la mia piccola iena'), non ha esitazioni. Secondo Arisa e Alvaro la voce pulita e candida del 27enne di Lucca poco si adattava al brano ("La preferisco cantata dalla voce sporca e aggressiva di Manuel", commenta lei) mentre per Fedez è difficile giudicare un pezzo di un altro giudice e si interroga: "Virata egoriferita o autoreferenziale?". "Sapevo che era un rischio - taglia corto ma voglio che si mettano in gioco. Detto questo, l’esibizione è stata straordinaria". E detto da lui...

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.