Home . Intrattenimento . Spettacolo . Carrie Fisher, svelate le cause della morte

Carrie Fisher, svelate le cause della morte

SPETTACOLO
Carrie Fisher, svelate le cause della morte

Carrie Fisher (Fermo immagine)

L'attrice statunitense Carrie Fisher, fra gli interpreti di 'Star Wars' nel ruolo della principessa Leila, morta lo scorso dicembre, è stata uccisa da un'apnea nel sonno insieme ad altri fattori fra cui l'uso di droghe, lo ha riferito l'ufficio del Coroner di Los Angeles, citato dai media locali. L'apnea notturna è un disturbo respiratorio che provoca temporanee interruzioni della respirazione durante il sonno.

Tra i fattori che hanno contribuito alla morte dell'attrice vi sono anche l'aterosclerosi, e l'uso di droghe, ha riportato il 'Los Angeles Times' citando l'ufficio del coroner. Non è stata determinato la causa specifica della morte. "Mia madre ha combattuto tutta la vita contro la tossicodipendenza, e le malattie mentali, e alla fine ci è morta", ha detto alla rivista 'People' la figlia Billie Lourd.

Carrie Fisher è morta il 27 dicembre scorso all'età di 60 anni, alcuni giorni dopo aver subito un attacco di cuore durante un volo da Londra a Los Angeles. Sua madre, l'attrice Debbie Reynolds, è morta il giorno dopo.