Home . Lavoro . Obbligo gomme invernali: cosa si rischia

Obbligo gomme invernali: cosa si rischia

LAVORO
Obbligo gomme invernali: cosa si rischia

(Fotogramma)

Tutti pronti a fissare un appuntamento dal gommista: mercoledì 15 novembre in tutta Italia scatta l'obbligo delle gomme invernali. Per poter viaggiare su determinate strade occorrerà, infatti, munirsi degli pneumatici invernali o di dispositivi antisdrucciolevoli omologati, come le catene. Il portale di annunci di auto 'AutoScout24' ha cercato di fare chiarezza sulla normativa per aiutare gli automobilisti a non farsi trovare impreparati, tutelando così la sicurezza e il portafogli. A livello generale, fuori dai centri abitati, nelle zone interessate da particolari condizioni climatiche, gli enti proprietari o concessionari di strade possono indicare i tratti stradali in cui vi è l'obbligo di installare pneumatici invernali oppure, in alternativa, di avere a bordo dispositivi antisdrucciolevoli idonei alla marcia su neve e ghiaccio, come le catene da neve.

Il periodo indicato va dal 15 novembre 2017 al 15 aprile 2018, ma sono tante le eccezioni a livello regionale o provinciale, sia per quanto riguarda la durata sia le strade interessate. A questo link http://www.pneumaticisottocontrollo.it è possibile trovare alcune informazioni relative alla città/regione di appartenenza, ma è consigliabile chiedere informazioni presso le autorità locali. E per chi non si adegua? Se la normativa è 'elastica', meno lo è per chi dopo il 15 novembre verrà trovato in 'difetto'. Quindi, tutti avvisati: è l'ora di chiamare il gommista per un appuntamento, per non rischiare di vedersi arrivare una sanzione tutt'altro che leggera. Si va dai 41 euro ai 168 euro nei centri abitati e da 84 euro a 335 euro fuori dai centri abitati, oltre che l'eventuale decurtazione di 3 punti sulla patente e il fermo del veicolo fino a quando non si rispetti la normativa.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI