Home . Lavoro . Dati . Micalizzi: "Orgoglioso per successo evento musicale contro il cancro"

Micalizzi: "Orgoglioso per successo evento musicale contro il cancro"

DATI
Micalizzi: Orgoglioso per successo evento musicale contro il cancro

Il premio a Simona Marchini

"Sono stato orgoglioso di aver potuto mettere a disposizione la mia musica per uno scopo così nobile". Così il maestro Franco Micalizzi, presidente del Consiglio di sorveglianza Siae e membro del consiglio direttivo Snac (Sindacato nazionale autori e compositori) commenta con Labitalia l'evento a favore dell'Associazione italiana per la ricerca sul cancro, organizzato dalla Enpi Entertainment di Niccolò Petitto, in collaborazione con l'Associazione culturale Occhio dell'Arte che si è svolto a Roma. (fotogallery)

"Un successo di pubblico -spiega- e molti i fondi raccolti che ha coinvolto le sette scuole di danza che hanno aderito alla nobile iniziativa benefica ed hanno ballato sulle musiche del mio ultimo cd. Centinaia di posti a sedere a disposizione di chi ha voluto sostenere la ricerca scientifica per dare un messaggio concreto alle giovani generazioni che il cancro è sempre più curabile".

Lo spettacolo, della durata di due ore, ha avuto la collaborazione artistica di Simona Marchini, che ha selezionato alcune immagini di arte contemporanea da abbinare alle musiche della serata. Ha, inoltre, ricevuto il premio alla carriera dalla kermesse Photofestival 'Attraverso le pieghe del tempo'.

"A rendere internazionale la serata -fa notare- condotta da Lorenza Mario è stato il tenore Gianluca Paganelli, reduce da una tournée in Giappone, che ha eseguito per la prima volta davanti al pubblico l'inedita versione cantata 'E pensare che' scritta da Giorgio Calabrese per il tema de 'L'ultima neve di Primavera', e mai eseguita prima. Tenuto nascosto per ben 43 anni, il testo della canzone è stato una preziosa chicca artistica della serata. Tra gli ospiti saliti sul palco, anche Sara Santostasi, attrice, ballerina e cantante".

Alcuni altri volti noti fra il pubblico, intervenuti per dare un messaggio di fiducia nella ricerca con la loro presenza e continuare il sogno di Umberto Veronesi di sconfiggere il male del secolo: l'attrice Adriana Russo, il regista Giovanni Brusatori, lo sceneggiatore e scrittore Marco Tullio Barboni e il conduttore Anthony Peth.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI