Home . Lavoro . Norme . Bellanova: "Sviluppo industria trasformerà molti settori economici"

Bellanova: "Sviluppo industria trasformerà molti settori economici"

NORME
Bellanova: Sviluppo industria trasformerà molti settori economici

Teresa Bellanova

“Quello che ci attende, e che in parte è già dinanzi ai nostri occhi, è lo sviluppo di una nuova industria che trasformerà non solo la manifattura ma la maggior parte dei segmenti economici: dall’agricoltura al turismo, dall’energia alla moda, dalla mobilità alla sanità. I confini fra manifattura, servizi e settori si faranno sempre più rarefatti in un processo di crescita del sistema manifatturiero, dove lo scambio e l’utilizzo di dati sarà sempre più un fattore imprescindibile". A dirlo oggi il viceministro dello Sviluppo economico, Teresa Bellanova, a Palazzo Giustiniani, intervenendo alla giornata dedicata al tema 'L’ecosistema dell’innovazione per l’impresa 4.0'. "Questo -avverte- significa non solo industria 4.0 in senso puramente tecnico ma come costruiamo, sosteniamo e rafforziamo l’ecosistema dell’innovazione, un ambiente largo perché l’innovazione e la nuova frontiera industriale determini una guadagno evidente per tutti: per i cittadini, per i lavoratori, per le imprese, per l’occupazione qualificata, per le nuove generazioni, per le pubbliche amministrazioni, per la qualità della vita. E’ evidente, allora, soprattutto in questa fase, il ruolo degli investimenti nello sviluppo di un capitale umano capace di governare e gestire ai vari livelli i processi di cambiamento”.

“Rivedere l’attuale modello di formazione -sostiene- per assicurare la disponibilità di competenze coerenti con il nuovo contesto sia nelle scuole, nella formazione tecnica come nelle università, sia nei processi di riqualificazione professionale e manageriale all’interno delle imprese, è un passo obbligato. Così come il potenziamento dell’alternanza scuola-lavoro e della formazione terziaria professionalizzante".

"Lo sviluppo del capitale umano -chiarisce Teresa Bellanova- costituisce uno dei principali fattori di crescita e di sviluppo del Paese. Il lavoro, in particolar modo, quello legato all’industria, pur riducendosi nella quantità assoluta, rimane un pilastro fondamentale di quelle economie che guardano in modo competitivo al futuro, il che significa che gli investimenti formativi in attività a maggior valore aggiunto rappresentano una priorità imprescindibile". "In questa direzione -afferma- va la creazione dei competence center e del network ad essi collegato. Misure importanti che naturalmente andranno rafforzate e che ci portano a considerare gli incentivi alle imprese importanti se rivolti soprattutto al sostegno della conoscenza".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI