Home . Lavoro . Sindacato . Confindustria Puglia su Ilva: "Taranto non sia trattata diversamente da Alitalia"

Confindustria Puglia su Ilva: "Taranto non sia trattata diversamente da Alitalia"

SINDACATO
Confindustria Puglia su Ilva: Taranto non sia trattata diversamente da Alitalia

L'assegnazione dell'Ilva alla cordata Arcelor Mittal-Marcegaglia "è un passo avanti importantissimo, rispetto alla confusione che regnava anche solo un anno fa". Lo dice a Labitalia Domenico Favuzzi, presidente di Confindustria Puglia, che prosegue: "Ora bisognerà capire, scendendo nel dettaglio, se l'offerta risponderà, oltre che agli obiettivi industriali, anche alle esigenze sociali e ambientali del territorio".

Anche perché, avverte Favuzzi, "Taranto e i cittadini di Taranto si aspettano un trattamento non diverso da quello adottato con altre crisi industriali come l'Alitalia".

Il riferimento è al problema occupazionale e allo 'scarto' che esiste tra i 10.000 occupati previsti da Am e gli attuali 14.200 addetti. "E' normale -spiega Favuzzi- che un'offerta badi a un piano industriale e non copra tutti i costi sociali e ambientali di quell'operazione. Per questo -conclude- il governo, d'intesa con le istituzioni locali e le parti sociali, dovrà attivare tutte le camere di compensazione possibili, per limitare al massimo l'impatto negativo su addetti e sull'indotto".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.