Home . Lavoro . Start-up . La startup italiana BioPic.it con gli orti domestici allo SwedenFoodTech

La startup italiana BioPic.it con gli orti domestici allo SwedenFoodTech

START-UP
La startup italiana BioPic.it con gli orti domestici allo SwedenFoodTech

Ognuno di noi può coltivare direttamente sul terrazzo in primavera ed estate e in cucina per il resto dell’anno le sue verdure preferite, grazie al progetto Orto italiano e Dolce Vita Orto verticale di BioPic.it. Vere verdure a 'cm 0' coltivate in miniorti-bio e grazie alle innovative lampade a Led che ricreano un piccolo sole dentro casa. Questo il rivoluzionario messaggio portato da BioPic.it Smart Urban Farming allo Sweden FoodTech Festival di Stoccolma, dove Renato Reggiani, founder e amministratore della startup, è intervenuto davanti alla platea di chef, gastronauti e scienziati del Nord Europa dello Sweden FoodTech Big Event, presentando questa sintesi di design italiano, tecnologia di derivazione spaziale e della grande tradizione agricola biologica italiana attraverso l’esposizione di ’Federico’, l’orto da cucina grande meno di un microonde e che permette a ciascuno di coltivarsi piantine e odori nella massima naturalità.

"Le tecnologie spaziali, infatti, devono essere unite con la tradizione italiana della coltivazione biologica per rendere facile per tutti coltivare il proprio cibo naturalmente e direttamente in terrazzo o cucina", sottolinea una nota. Così, il progetto Orto italiano presenta in Svezia, Norvegia e Germania le nuove soluzioni BioPic.it per seminare facilmente e rivitalizzare la terra in città. "Riportare la terra e i semi al centro della cultura del cibo vuol dire anche riappropriarsi del processo di nascita e cura del cibo che poi mangeremo, aumentando così la nostra consapevolezza di consumatori attenti alla naturalità delle nostre azioni", prosegue la nota.

Tra il pubblico e i relatori Eric Archambeau, chairman of Jamie Oliver Foundation e tra i più influenti investitori Food Tech Investor, Florian Pinel, founder of Ibm Chef Watson, Lars Montelius, director general of International Nano Laboratory, Lynette Kucsma, founder of food 3D-printing pioneer Foodini, Fredrik Persson, chairman Svensk Handel, Louisa Bruwood-Taylor, AgFunders, Per Roman, managing partner Gp Bullhound, Jessica Nilsson, founder Hello Fresh and partner at Northzone.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI