Home . Magazine . Cybernews . Nel lato oscuro del web è la cannabis la merce più scambiata

Nel lato oscuro del web è la cannabis la merce più scambiata

Seguono prodotti farmaceutici e droghe pesanti

CYBERNEWS
Nel lato oscuro del web è la cannabis la merce più scambiata

Lo studio di Trend Micro 'Below the Surface: Exploring the Deep Web'

La cannabis è la merce più scambiata nel deep web, quel lato invisibile e sconosciuto di internet che nemmeno i motori di ricerca riescono a raggiungere. Sono poi i prodotti farmaceutici come il Ritalin e lo Xanax a farla da padrone, seguiti dalle droghe pesanti come l'eroina e le metanfetamine e non mancano i classici videogiochi piratati. E non solo: il web nascosto è la patria dei Bitcoin, che possono garantire l'anonimato, e del riciclaggio di denaro e si può arrivare agli omicidi su commissione.

Queste informazioni sono il risultato dello studio 'Below the Surface: Exploring the Deep Web' portato avanti per due anni dai ricercatori di Trend Micro, che hanno esplorato il deep web raccogliendo e analizzando informazioni per capire cosa succede veramente in questa parte di rete sommersa e quali sono gli impatti che le azioni all’interno delle darknet hanno sul mondo reale. Complessivamente, rende noto l'azienda specializzata in sicurezza informatica, sono 38 milioni gli eventi che sono stati catalogati durante la lunga ricerca.

"L'anonimato è la forza del deep web ed è una delle caratteristiche che crea i maggiori grattacapi alle forze dell’ordine. Si vendono - scrive Trend Micro nel presentare il rapporto - anche documenti riservati governativi e militari, ma anche dossier sulle celebrità, passaporti e documenti di cittadinanza oltre a omicidi su commissione. Un pacchetto passaporto, carta d'identità e patente per l'Italia ad esempio si può acquistare a 750 euro".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.