Home . Soldi . Finanza . Unicredit batte le attese: utile sale a 1,9 miliardi. Crediti deteriorati -30%

Unicredit batte le attese: utile sale a 1,9 miliardi. Crediti deteriorati -30%

FINANZA
Unicredit batte le attese: utile sale a 1,9 miliardi. Crediti deteriorati -30%

Fotogramma

Unicredit archivia il primo semestre dell'anno con un utile di 1,853 miliardi di euro, in crescita del 40,2%. Nel secondo trimestre è salito a 945 milioni, segnando un progresso del 3,3% rispetto allo stesso periodo dello scorso esercizio. Escludendo l’impatto della cessione di Bank Pekao, l’utile netto è salito a 1,3 miliardi nel secondo trimestre 2017 e a 2,2 miliardi nel primo semestre. "I risultati positivi di UniCredit raggiunti nel secondo trimestre del 2017 confermano il significativo impatto di Transform 2019 già osservato nel primo trimestre dell’anno. Tutti i nostri team sono rimasti focalizzati sull'esecuzione e sul raggiungimento degli obiettivi del piano", afferma l'ad, Jean Pierre Mustier.

L'istituto chiude il primo semestre del 2017 con un giro d'affari pari a 9,688 miliardi di euro, in calo del 2,5% rispetto ai 9,937 dello stesso periodo dello scorso anno. Nel secondo trimestre i ricavi totali hanno raggiunto i 4,833 miliardi, segnando un progresso dello 0,4% rispetto ai tre mesi precedenti e un calo del 7,8% sullo stesso periodo dello scorso esercizio. Per Unicredit - che conferma che pagherà un dividendo cash sull'esercizio 2017 con una proposta di payout del 20% - il Cet1 Ratio fully loaded - misura della solidità patrimoniale - si è attestato al 12,8%. Nel secondo trimestre dell'anno il gruppo ha svalutato una nuova quota del fondo Atlante per 135 milioni.

Le esposizioni deteriorate lorde si attestano a 53 miliardi di euro nel secondo trimestre del 2017, in calo da 55,3 miliardi del primo trimestre. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno il calo è del 30%. Il profilo di rischio del gruppo è migliorato, il rapporto tra le esposizioni deteriorate e il totale dei crediti si è ridotto dall'11,4% nel primo trimestre e all'11% a fine giugno 2017. Il tasso di copertura è rimasto invariato al 56,3% nel secondo trimestre. Il titolo archivia la seduta in Borsa con un progresso del 7,16% a 17,82 euro.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI