Home . Soldi . Finanza . Borse europee in rosso su guerra dazi, Milano perde il 2,02%

Borse europee in rosso su guerra dazi, Milano perde il 2,02%

FINANZA
Borse europee in rosso su guerra dazi, Milano perde il 2,02%

Chiusura in rosso per le piazze finanziarie europee con Milano che performa peggio delle altre Borse del Vecchio Continente. Diversi i temi sul tavolo a partire dalla guerra dei dazi tra Cina e Stati Uniti. A pagare preventivamente le conseguenze è il comparto automobilistico che cede terreno in scia al crollo di Daimler sulla piazza tedesca. La casa automobilistica ha lanciato un profit warning sul 2018 che ha innescato le vendite (-4,32% in chiusura).

Altro fronte quello del petrolio, con la riunione dell'Opec in calendario per il prossimo venerdì. In questo scenario rosso Francoforte termina la giornata con una flessione dell'1,44%, Parigi segna -1,05% e Londra -0,93%. Intanto anche Wall Street, dopo quasi tre ore di negoziazioni, viaggia in calo (Dow Jones -0,67%, S&P 500 -0,5% e Nasdaq -0,6%).

A Milano il Ftse Mib perde il 2,02% a 21.673 punti, mentre l'All Share cede l'1,9% a 23.893. Maglia nera Fca che chiude gli scambi con un calo del 4,17%. Giù anche Prysmian che perde il 3,93%. Vendite sul comparto bancario che soffre il nuovo allargamento dello spread tra Btp e Bund tedeschi a 241 punti base con un rendimento del 2,7%. Ubi Banca lascia sul parterre il 3,74%, Unicredit segna -3,24%, Bper -2,94%. Unipol ha annunciato a mercati chiusi di volere salire di un ulteriore 5,2% nel capitale di Bper e non ha escluso ulteriori acquisti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.