Home . Soldi . Finanza . Milano negativa, male Fca e Ferrari

Milano negativa, male Fca e Ferrari

FINANZA
Milano negativa, male Fca e Ferrari

Il 'dopo Marchionne' si fa sentire sulla Borsa di Milano, dove i titoli del Lingotto sono in deciso ribasso per l'uscita anticipata del ceo di Fca a causa del peggioramento delle sue condizioni di salute.

Il Ftse Mib cede a fine seduta lo 0,87% a 21.605 punti: è Ferrari la più venduta del paniere, con un ribasso del 4,88% a 113,95 euro alla fine degli scambi. Fca contiene le perdite, cedendo l'1,5% a 16,17 euro, dopo aver toccato un minimo in giornata di 15,5 euro. Pesanti anche Exor (-3,2%) e Cnh (-1,7%).

Piazza Affari è la Borsa peggiore tra i mercati europei, dove le vendite sono più contenute. La Borsa di Parigi perde lo 0,37%, Francoforte lascia sul terreno lo 0,10%. Sono in calo Londra (-0,3%), e Amsterdam (-0,3%).

La Borsa di Wall Street prosegue poco mossa: il Dow cede lo 0,02%, il Nasdaq segna +0,06%. I timori per il commercio globale continuano ad affliggere le Borse, soprattutto dopo che Donald Trump, due giorni fa, ha accusato Cina e Unione europea di manipolare le loro valute.

Sul paniere di Milano, spicca anche il ribasso di Enel (-3,65%), che oggi stacca il dividendo. Sul fronte opposto, sono comprate Leonardo (+1,5%), Mediobanca (+1,36%) e Tim (+0,76%). Scivolano Carige (-4,65%), dopo la lettera della Bce, e la maggior parte delle banche del Ftse Mib: Mps è la peggiore e perde l'1%.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.