Home . Soldi . Finanza . Spread sotto 300 punti, Milano in rialzo

Spread sotto 300 punti, Milano in rialzo

FINANZA
Spread sotto 300 punti, Milano in rialzo

(Fotogramma)

Le Borse europee chiudono in rialzo e Milano prova a rialzare la testa dopo le ultime sedute sotto pressione. A Piazza Affari gli acquisti si concentrano sul comparto bancario, più colpito dalle recenti vendite, e sul comparto petrolifero che beneficia del rialzo del greggio. Dopo che il Fondo Monetario Internazionale ha tagliato le stime di crescita mondiale (+3,7% nel 2018 e nel 2019), il rapporto euro-dollaro resta sotto quota 1,15%.

L'indice Ftse Mib, dopo una seduta con continui cambi di direzione, registra un rialzo dell'1,06% a 20.062, lo spread tra Btp e Bund, dopo aver toccato i massimi dal 2013, chiude a 298 punti base con un rendimento del 3,52%. Per l'Italia il Pil è visto in aumento dell’1,2% nel 2018 e dell’1% nel 2019; tra le raccomandazioni del Fmi c'è di non riformare la legge Fornero e il Jobs act. In rialzo anche le piazze finanziarie di Londra +0,06%, Francoforte +0,25% e Parigi +0,35%.

A Milano miglior performance per Tenaris +3,35%; Saipem guadagna il 3,33%, seguito da Eni +2,63% e Saipem +2,24%. Tra i bancari avanza Intesa Sanpaolo +2,19%, Unicredit guadagna l'1,20%, Banco Bpm segna +1,14%, rialzi inferiori al punto percentuale per Ubi Banca, Mediobanca e Banca Mediolanum. In rosso invece Mps e Bper che cede il 2%. Bene Pirelli +1,89% che oggi ha chiuso l'investimento da 65 milioni di euro per uno stabilimento in Cina; sulla parità invece Leonardo, Brembo e Cnh Industrail. In calo di circa un punto Prysmian e Azimut, Atlantia cede l'1,36%.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.