Home . Soldi . . Ast: istituzioni locali, continuare dialogo, no ad atti unilaterali azienda

Ast: istituzioni locali, continuare dialogo, no ad atti unilaterali azienda

Ast: istituzioni locali, continuare dialogo, no ad atti unilaterali azienda

"Un invito a tutte le parti affinché, dopo che la trattativa di ieri si è conclusa nella notte senza giungere a un accordo, si tenga comunque aperto il dialogo".E' quanto rivolgono la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, il presidente della Provincia di Terni Feliciano Polli e il sindaco di Terni, Leopoldo Di Girolamo.

"La Regione Umbria, Provincia di Terni e Comune di Terni, prendendo atto del mancato raggiungimento dell’intesa sulla bozza di accordo per la vertenza Ast di Terni predisposta dal Governo -affermano- ringraziano l’esecutivo per la paziente opera di mediazione svolta al fine di raggiungere un accordo che responsabilmente tenesse insieme la prospettiva industriale del sito siderurgico ternano e la tenuta dei livelli occupazionali, alla luce di istanze emerse nel corso di queste lunghe settimane di confronto".

Regione Umbria, Provincia e Comune di Terni "esprimono altresì l’auspicio che i contenuti della bozza di accordo elaborata dal Governo possa comunque rappresentare la base consolidata per poter continuare il percorso intrapreso". Regione e istituzioni locali rivolgono "un invito pressante a tutte le parti, e soprattutto all’azienda affinché in questa delicatissima fase del confronto si tenga comunque aperto il dialogo e non assuma atti unilaterali che rischierebbero di pregiudicare gli sforzi fin qui compiuti, oltre che ‘alzare’ inutilmente la tensione sociale".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI