Home . Soldi . . La tecnologia aiuta allergici, on line bollettino sui pollini

La tecnologia aiuta allergici, on line bollettino sui pollini

A cura del centro monitoraggio della Fondazione Mach

La tecnologia aiuta allergici, on line bollettino sui pollini

I fiori di cipresso con il polline

La primavera, tanto attesa, rischia di tramutarsi in un incubo per persone che soffrono di allergie ai pollini. Ora, in aiuto degli allergici, arriva la tecnologia: infatti, anche quest'anno il Centro di monitoraggio aerobiologico della Fondazione Mach di San Michele all'Adige (Trento) è impegnato nel prezioso lavoro sui pollini dell’aria, per fornire informazioni tempestive a chi, in questo periodo, è vittima di starnuti e riniti allergiche.

Il risultato del lavoro degli esperti della Fondazione Mach è un bollettino pollini, consultabile on line dal sito web della Fondazione Mach (http://pollini.iasma.it) o con sms al 335 1019034, la segreteria telefonica di Meteotrentino (0461 238939) o tramite mail pollini@fmach.it. Le informazioni sono disponibili anche via newsletter iscrivendosi alla pagina www.fmach.eu o nelle farmacie.

Al momento, hanno già iniziato la fioritura ontano, nocciolo e cipressi, mentre sono in arrivo i pollini particolarmente aggressivi di betulla e carpino nero. Nei soggetti sensibili le più precoci reazioni allergiche sono comunque già iniziate. I pollini invernali di nocciolo (Corylus avellana), ontano (Alnus sp.) e Cupressacee; infatti, a inizio gennaio hanno ripreso la diffusione e in queste prime settimane di marzo si sta andando verso la loro piena fioritura.

Le concentrazioni polliniche rilevate nelle scorse ore sono piuttosto elevate e tenderanno ad aumentare con il passare dei giorni. Per ontano e nocciolo il picco massimo di emissione è previsto per questa settimana, mentre per le Cupressacee/Taxacee, che comprendono cipresso, tuja e tasso, le fioriture si susseguono per arrivare all’apice di concentrazione generalmente verso metà marzo.

Seguiranno a ruota altre piante arboree, come betulla e carpino nero, con pollini molto aggressivi. Le temute erbacee, tra le quali si annoverano le ben note graminacee, sono invece attese solo a primavera inoltrata. Tutti questi dati vengono raccolti dal Centro di monitoraggio aerobiologico di S. Michele all’Adige presso la Fondazione Edmund Mach: le rilevazioni permettono osservazioni continue dei pollini e delle spore presenti nell’aria.

Il Centro ha ripreso anche la divulgazione dei bollettini, per fornire informazioni tempestive a coloro che temono l’arrivo della primavera a causa delle reazioni allergiche ad essa collegate. Inoltre, è possibile scaricare gratuitamente da Play Store l’applicazione TreC_Lab Pollini per Android, elaborata dagli esperti di Fem e di Fbk, che permette di ricevere notifiche personalizzate e consultare le informazioni relative ai pollini in atmosfera.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.