Home . Sostenibilita . World in Progress . Ridurre l'inquinamento indoor nelle scuole si può, grazie alla tecnologia

Ridurre l'inquinamento indoor nelle scuole si può, grazie alla tecnologia

con nuove tecnologie soluzioni immediate per garantire a studenti e personale aria migliore

WORLD IN PROGRESS

“Ridurre il rischio di esposizione dei bambini all’inquinamento indoor è un obiettivo alla portata della scuola italiana: soluzioni sostenibili e facilmente attuabili sono già disponibili e sperimentate con successo”. Così Gianmarco Cammi, direttore operativo di Anemotech, in occasione di ScuolaInnova , il forum organizzato da Legambiente oggi a Roma per fare il punto sui necessari interventi di manutenzione e riqualificazione del patrimonio edilizio scolastico.

Anemotech ha portato l’esperienza maturata con la sperimentazione nelle scuole di The Breath, tecnologia interamente sviluppata e brevettata in Italia che si basa su un tessuto capace di adsorbire, trattenere e disgregare le molecole inquinanti presenti nell’atmosfera, garantendo una costante riduzione dell’inquinamento ambientale e l’abbattimento di polveri sottili, odori, batteri e muffe.

Tutto questo, sfruttando unicamente la naturale circolazione dell’aria, senza parti meccaniche o circuiti che richiedano l’alimentazione da fonti energetiche esterne di origine elettrica o fossile.

“Considerando il tempo che bambini e adolescenti trascorrono all’interno di ambienti chiusi come le aule scolastiche, il rischio connesso all’esposizione prolungata a inquinanti quali monossido di carbonio, diossido di azoto, formaldeide, benzene, composti organici volatili, particelle sottili e fumo di tabacco diviene tutt’altro che ipotetico e secondario, come riconosce anche il documento del ministero dell’Ambiente 'Qualità dell’Aria nelle scuole: un dovere di tutti, un diritto dei bambini", continua il direttore operativo di Anemotech.

Già da tempo, infatti, The Breath è stato posizionato in alcune scuole del nord Italia sotto forma di installazioni didattiche, sfruttando la possibilità di applicare sul tessuto grafiche e immagini di qualità fotografica.

“I risultati ottenuti alla Vittorino da Feltre di Piacenza in termini di riduzione di umidità relativa (-7%), polveri sottili e anidride carbonica (-5%) hanno ricevuto pubblicazione sul prestigioso American Journal of Environmental Sciences. Nella scuola secondaria Pier Lombardo di Novara, invece, il progetto di riqualificazione ha portato all’installazione di circa 110 quadri The Breath tra aule, laboratori, bagni, Aula Magna e sala professori. L’introduzione è pienamente riuscita con il coinvolgimento e la sensibilizzazione di studenti, famiglie e del personale scolastico”, conclude Cammi.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI