Standard Sfoglia

Ancona, un testimone: "Ho creduto di saltare in aria"

Dall'inviata Silvia Mancinelli

"Stavo ancora guidando quando ho sentito cinque, sei esplosioni una dopo l'altra, come fossero spari. Mi sono fermato di colpo e davanti a me il fuoco. Enorme, violento. Sembrava Beirut, ho creduto di morire, di saltare in aria". Manos è un autista di camion greco, testimone del drammatico incendio scoppiato al porto di Ancona la notte scorsa. All'Adnkronos racconta la paura mentre il fumo ancora nero e acre rende irrespirabile l'aria fino al centro della città. "Sarà stata mezzanotte, ma fino all'una il fuoco ha continuato a crescere minaccioso - aggiunge - ho avuto paura ma non potevo andarmene, lasciare lì il mio camion. Così ho aspettato è pregato".

Vedi in Pagina