cerca CERCA
Giovedì 25 Luglio 2024
Aggiornato: 02:46
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Modello 730/2024 precompilato: scadenze e istruzioni per escludere le spese sanitarie

Modello 730/2024 precompilato: scadenze e istruzioni per escludere le spese sanitarie
29 gennaio 2024 | 16.04
LETTURA: 2 minuti

Si avvicina la scadenza del 31 gennaio per comunicare all’Agenzia delle Entrate l’opposizione all’utilizzo delle spese sanitarie nell’elaborazione del modello 730/2024: la richiesta non pregiudica la possibilità di beneficiare della detrazione del 19 per cento

L’Agenzia delle Entrate elabora il modello 730 precompilato sulla base di una serie di informazioni che possiede o riceve da altri soggetti. Una parte importante del flusso di dati che ruotano attorno alla dichiarazione dei redditi pronta all’uso è rappresentata dalle spese sanitarie che, insieme a tante altre tipologie di costi, danno diritto a una detrazione IRPEF del 19 per cento.

Entro la scadenza del 31 gennaio, però, i cittadini e le cittadine possono richiedere all’Amministrazione finanziaria di non includere nella precompilata l’acquisto di farmaci o le prestazioni sanitarie pagate nell’arco dell’anno, esercitando l’opposizione all’utilizzo delle spese sanitarie.

Anche per chi si oppone resta la possibilità di inserire successivamente le spese e di beneficiare dello sconto IRPEF.

Verso il modello 730/2024 precompilato: è possibile escludere le spese sanitarie

A partire dai 16 anni si può decidere di non rendere disponibili per l’elaborazione del modello 730 precompilato le informazioni che riguardano i costi sostenuti per la salute.

Chi pone il suo veto sull’utilizzo dei dati ed è fiscalmente a carico di un familiare di conseguenza impedisce anche a quest’ultimo di visualizzare eventuali spese o rimborsi.

L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione un apposito modello da utilizzare per comunicare, nel dettaglio, a quali voci si applica l’opposizione:

● ticket per acquisto di farmaci e per prestazioni fruite nell’ambito del Servizio Sanitario nazionale;

● spese relative all’acquisto di farmaci, anche omeopatici;

● spese relative all’acquisto o affitto di dispositivi medici con marcatura CE;

● servizi sanitari erogati dalle farmacie, come ecocardiogramma, spirometria, test per glicemia;

● prestazioni sanitarie;

● spese agevolabili solo a particolari condizioni.

È possibile, infatti, escludere dal modello 730/2024 precompilato anche solo una parte delle informazioni che riguardano le spese mediche.

Modello 730/2024 precompilato: come richiedere l’esclusione delle spese sanitarie

Sono diverse le strade per procedere con l’opposizione all’utilizzo delle spese sanitarie nella precompilata:

di persona, consegnando il modello presso un ufficio territoriale e allegando la copia del documento di identità;

via mail, utilizzando l’indirizzo opposizioneutilizzospesesanitarie@agenziaentrate.it;

● tramite il centro di assistenza multicanale, telefonando ai numeri 800909696 da fisso, 0696668907 da cellulare, +39 0696668933 dall'estero.

Negli ultimi due casi non è necessario utilizzare il modello, ma bisogna comunque fornire le stesse informazioni richieste e indicare il tipo di documento di identità, il numero e la durata della validità.

Per inviare la comunicazione all’Agenzia delle Entrate c’è tempo fino al 31 gennaio 2024, la scadenza, però, non segna in assoluto il termine ultimo per procedere.

Dal 9 febbraio all’8 marzo 2024 si potrà inoltrare la stessa richiesta tramite il portale del Sistema Tessera Sanitaria che permette di consultare l’elenco delle spese sanitarie e selezionare le singole voci per escluderle dall’elaborazione della dichiarazione precompilata.

Anche chi chiede all’Agenzia delle Entrate di non utilizzare questo tipo di informazioni può in ogni caso modificare o integrare il modello 730/2024 prima dell’invio per beneficiare della detrazione che spetta per le spese sanitarie.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza