cerca CERCA
Martedì 02 Marzo 2021
Aggiornato: 19:13
Temi caldi

A Mind Milano Innovation District nasce Federated Innovation

19 febbraio 2021 | 16.22
LETTURA: 6 minuti

alternate text
Milano, 19 feb. (Adnkronos/Labitalia)

Con la firma dell’atto costitutivo nasce a Mind Milano Innovation District, la Federated InnovationTM: un nuovo modello che aggrega aziende private che, beneficiando dell’ecosistema di Mind, svilupperanno progetti di innovazione nel campo delle life sciences e city of the future. La Federated InnovationTM, promossa da Lendlease in qualità di responsabile della progettazione e dello sviluppo privato di Mind, con il contributo di Cariplo Factory come soggetto catalizzatore, riunisce già oggi le prime 32 aziende eccellenti che collaboreranno in un ambiente virtuoso e collaborativo per accelerare la traduzione di idee in nuovi prodotti, processi e servizi che contribuiscano al rilancio economico del Paese.

Il modello, nel rispetto delle normative antitrust, intende andare oltre l’open innovation e l’innovazione proprietaria, e si basa su un framework legale unico che consentirà di raccogliere nuove idee, progetti e visioni, di svilupparle in maniera rapida e lineare con modalità operative e procedure predefinite, al fine di metterle a disposizione di tutti, agendo in questo modo da “sviluppatore dell’innovazione”. Queste le 32 aziende che hanno dato vita a Federated InnovationTM: A2A, Abb, Accenture, AstraZeneca, Bracco, Cereal Docks, Cisco, Daikin, Enel X, E.ON Italia, Elettronica, Esselunga, Fabrick, Forte Secur Group, Lendlease, Life Sciences District, Maire Tecnimont, Mapei, Nippon Gases, Novartis, Podium, Poste Italiane, Promocoop Lombardia, Samsung SDS, Schneider Electric, Sicuritalia, Stevanato Group, Stora Enso, Tim, Vsblty, Windtre, Wood Beton.

La creazione del modello della Federated InnovationTM è stata possibile grazie alla collaborazione di Oxygy e Pwc advisory per gli aspetti operativi ed organizzativi, Studio Legale Bird & Bird per quelli legali, e di PlusValue, come facilitatore dei rapporti con le Ancore pubbliche del distretto per la costruzione di un’agenda comune di ricerca e innovazione ad alto impatto sociale.

Le aziende saranno raggruppate all’interno di 11 aree tematiche: Greentech, Urban Digital Tech, Fintech, Agrifood Tech & Wellbeing, Retail Tech, Life Sciences & Health Care, Proptech & Smart Spaces, Security & Defense, Mobility and Logistics, Energy e Construction Tech. Le aziende opereranno con i propri team di innovazione e ricerca all’interno della Federated InnovationTM che raccoglierà le eccellenze nazionali e internazionali tra grandi, piccole e medie imprese sviluppando idee cross-tech e favorendo la contaminazione tra i diversi player che avranno interesse a collaborare all’interno dell’area tematica di appartenenza.

Le aziende appartenenti ad una stessa industry saranno così invitate a cooperare con i propri competitor nel pieno rispetto delle norme di concorrenza e con aziende meno dimensionate o in via di sviluppo – come startup – ma con un capitale umano di talento per avviare gli iter autorizzativi e le sperimentazioni nel distretto di Mind su un determinato progetto e per un determinato obiettivo. Non meno importante, saranno favorite le progettualità congiunte tra aree tematiche diverse, al fine di moltiplicare le occasioni di sviluppo tecnologico e di accelerare i processi di innovazione volti ad accrescere il benessere degli individui e del pianeta.

Le aziende che diventeranno partner di Federated InnovationTM @Mind opereranno con i propri team di innovazione e ricerca all’interno del distretto, destinando spazi come laboratori e uffici, promuovendo attività e sviluppando progetti nell’area, creando una vera e propria community di innovatori, anche grazie alla presenza di ricercatori, studenti e clinici dell’Università di Milano Statale, dell’Irccs Galeazzi e della Fondazione Human Technopole. Ogni progetto nato all’interno della Federated InnovationTM è chiamato a rispondere alle priorità e alle sfide strategiche articolate dalle aziende nell’Agenda dell’Innovazione del distretto. A una fase di sperimentazione segue successivamente una fase di “competizione”, che vedrà ogni azienda o gruppo di aziende sviluppare il progetto affinché venga selezionato e portato in Mind.

“Siamo molto orgogliosi di aver dato vita alla Federated InnovationTM a termine di un percorso di lavoro articolato e molto sfidante per le caratteristiche uniche dell’iniziativa e per l’ambizione che il modello stesso si pone”, ha affermato Tommaso Boralevi, Presidente di Federated InnovationTM. “Un obiettivo unico a livello globale: sviluppare innovazione trasversale in molti settori industriali sulla base del principio “collaborate & compete” tra le diverse aziende che ne prendono parte. Una sfida coraggiosa resa possibile dalle molte aziende che hanno aderito e con le quali abbiamo già iniziato a lavorare per dare il via alla fase di implementazione del modello che vedrà, entro l’anno prossimo, la presentazione dei primi progetti d’innovazione generati, a dimostrazione del significativo impatto generato dall’ecosistema di Mind", ha continuato.

Andrea Ruckstuhl, head of italy and continental Europe di Lendlease, ha aggiunto: “Oggi prende forma in Italia una comunità di innovazione di aziende eccellenti che collaboreranno in progetti di ricerca con l’ambizione di realizzare soluzioni per la vita e per l’uomo".

"Come Lendlease abbiamo voluto fortemente che Mind non fosse unicamente un progetto di real estate ma un ecosistema dell’innovazione trasversale in tutte le principali discipline del futuro e che puntiamo a collegare, in una logica di rete globale, ai progetti che Lendlease sta sviluppando nel mondo dove stiamo promuovendo il modello di Federated InnovationTM. Lendlease stessa è partner attivo e nell’ambito del nostro settore industriale stiamo promuovendo lo sviluppo dell’innovazione cross-tech, in particolar modo nel settore Life Sciences, con l’obiettivo di realizzare il modello delle città del domani che intende trovare soluzioni alle sfide poste dal grande cambiamento che è oggi in atto nel mondo intero", ha sottolineato ancora. “Siamo orgogliosi di aver contribuito alla nascita del progetto Federated InnovationTM accanto a partner così rilevanti e, in particolare, di poter rivestire il ruolo di Ecosystem Catalyst, che per noi è l’evoluzione naturale del lavoro che abbiamo svolto in questi anni”, ha commentato Carlo Mango, consigliere delegato di Cariplo Factory.

"Fin dal principio, Cariplo Factory si è collocata all’interno dell’ecosistema italiano dell’innovazione con l’obiettivo di incrementarne la competitività, in sinergia con tutti gli attori: imprese, università, centri di ricerca, incubatori, acceleratori, startup e investitori. Il nostro obiettivo è da sempre quello di promuovere nuovi modelli di innovazione, per permettere alle imprese di trarre il maggior beneficio dalle tecnologie esponenziali, per attrarre talenti e valorizzare il capitale umano del nostro Paese, generare impatto non solo economico ma anche sociale. In Mind e nel suo modello di Federated InnovationTM abbiamo ritrovato questi valori e questa visione", ha spiegato ancora.

L’ecosistema dell’innovazione di Mind, il distretto dell’innovazione nato a Milano nel 2018 nell’ex area Expo da una partnership pubblico-privata tra Arexpo - proprietaria del sito di Mind - e Lendlease - responsabile della progettazione ed edificazione delle aree, è frutto di un processo articolato che ha avuto origine con Mindlab, la call indetta da Arexpo nel 2018. Tale call si proponeva di raccogliere manifestazioni di interesse da parte di aziende che puntassero allo sviluppo di sperimentazioni sul campo, test, progetti pilota, applicazioni, tecnologie innovative in una serie di settori quali Life Sciences, Smart City, Digital Solution, Design, Edilizia, Meccanica, Agri-Food, uniti dal filo rosso di un'innovazione che sia prima di tutto al servizio del benessere dei cittadini. La visione di MIND è il risultato dell’impegno congiunto di questi due attori insieme alle funzioni pubbliche Ospedale Galeazzi, Università degli Studi di Milano, Istituto di Ricerca Human Technopole e Fondazione Triulza.

La Federated InnovationTM è il punto di compimento dello sviluppo dell’ecosistema Mind che ha portato alla creazione di una nuova entità legale per guidare e coordinare il processo di creazione di innovazione in Mind. Partita a ottobre 2020, segue la fase del progetto avviata a novembre 2019, in cui si sono riunite le prime 55 aziende aderenti a Mind – che oggi sono più di 100 – e precede il quarto step, che prenderà vita nel 2021, in cui verrà creato il 'Service catalogue & marketplace' di Mind, il sistema operativo che comprenderà tutti i servizi a valore aggiunto disponibili all’interno dell’ecosistema dell’innovazione, accessibile ai membri della comunità.

Il Catalogue conterrà servizi, opportunità di networking, come per esempio servizi di Real Estate (operazioni sul sito di Mind, locazione di spazi, etc.), esperienze come catalizzatori per le imprese e la comunità promossi da Lendlease e da terze parti (piattaforme digitali, piattaforme di scambio dati, programmi di diversity & inclusion, etc.) e, infine, l’accesso ad un network on-site formato dai partner di Mind, ma anche out-of-site, grazie ai rapporti con Istituzioni, Università e imprese a livello locale, nazionale e globale.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza