cerca CERCA
Sabato 01 Ottobre 2022
Aggiornato: 15:57
Temi caldi

A. Saudita: condannato un uomo a 100 frustate per frasi razziste

06 marzo 2014 | 14.59
LETTURA: 2 minuti

(Aki) - Un tribunale di Mecca ha condannato un saudita a 100 frustate e a una multa di 100mila rial (poco meno di 20mila euro) con l'accusa di aver pronunciato frasi razziste. Lo ha riferito il sito del quotidiano 'Okaz', precisando che si tratta della prima sentenza legata al reato di razzismo mai pronunciata da un tribunale del regno di re Abdullah. L'uomo, che ora ha 30 giorni per ricorrere in appello, e' stato giudicato colpevole di razzismo per un sms a un uomo di un altro clan tribale.

La piaga del razzismo ha di recente assunto un ruolo di primo piano sugli organi di stampa della monarchia del Golfo dopo che una saudita, Nawal Al Hawsawi, ha denunciato una sua connazionale per averla chiamata "abda" (schiava), termine usato in modo dispregiativo nei paesi del Golfo per indicare le persone di colore.

Secondo il giornale, Nawal era in fila alla cassa di un grande negozio della citta' santa. Ad un tratto era stata superata da un'altra donna che si trovava dietro di lei. Alla sua protesta, la donna aveva replicato con l'epiteto razzista "abda". A quel punto la Nawal, che e' un'attivista per i diritti umani, ha chiamato la polizia e presentato denuncia, poi ritirata a seguito delle scuse della donna.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza