cerca CERCA
Mercoledì 12 Maggio 2021
Aggiornato: 14:40
Temi caldi

Abi, nuovo record sofferenze banche, a febbraio a 162 mld

15 aprile 2014 | 18.10
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Roma, 15 apr. (Labitalia) - Nuovo record per le sofferenze delle banche italiane. A seguito del perdurare della crisi e dei suoi effetti, spiega il Bollettino mensile dell'Abi, la rischiosità dei prestiti in Italia è ulteriormente cresciuta, le sofferenze lorde sono risultate a febbraio 2014 pari a 162 mld, da 160,4 mld di gennaio.

Il rapporto sofferenze lorde su impieghi è dell'8,5% a febbraio 2014 (6,5% un anno prima; 2,8% a fine 2007), valore che raggiunge il 14,4% per i piccoli operatori economici (12,1% a febbraio 2013; 7,1% a fine 2007), il 13,7% per le imprese (9,9% un anno prima: 3,6% a fine 2007) ed il 6,4% per le famiglie consumatrici (5,8% a febbraio 2013; 2,9% a fine 2007).

Se si considerano le sofferenze nette, si registra una riduzione dai 79,2 miliardi di euro di gennaio ai 78,2 miliardi di febbraio, a seguito di operazioni di cessione di prestiti in sofferenza. Il rapporto sofferenze nette su impieghi totali è quindi in diminuzione: 4,27% a febbraio dal 4,31% di gennaio 2014 (3,23% a febbraio 2013; 0,86%, prima dell'inizio della crisi).

Crescono i depositi a marzo ma è in forte calo, -8,3% su anno, la raccolta a medio e lungo termine cioè tramite obbligazioni, spiega Abi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza